Storia del West

Missouri

La cultura del Mississippi

I territori nordamericani del sud ovest rimasero ignoti agli europei fino alle  spedizioni dei conquistadores  spagnoli nel XVI secolo che trovarono i villaggi delle varie tribù e comunità di nativi che chiamarono Pueblo discendenti dalla grande cultura diffusa nella regione sud occidentale fondata dal popolo degli Anasazi, dopo aver conquistato ed annesso al loro dominio coloniale i vari antichi centri e villaggi pueblos del  Nuevo Mexico, iniziarono a spingersi più a nord ovest nella vasta regione con al centro il territorio del  Missouri.Fin dal I millennio a.C. fu al lungo popolata da cacciatori e raccoglitori paleoindiani  nel  periodo detto di  Woodland e nel IX secolo d.C. alcune comunità agricole e sedentarie si unirono  in quella che è chiamata la cultura Mississippi fondando diversi centri che hanno lasciato i loro resti, dal grande centro cerimoniale con la necropoli di Cahokia  nel sud ovest dell’Illinois al territorio più meridionale in Alabama nel sito di Moundville sul fiume Black Warrior. Contemporanea e di medesima origine era la cultura Caddoan che dal III al IX secolo dominò una vasta regione dall’ Oklahoma orientale al territorio occidentale dell’ Arkansas, quello nord orientale del Texas fino al nord ovest della Luisiana, antenati dei nativi di stirpe Caddo in Oklahoma. Più tardi, sempre derivante da quella del Mississippi, si impose la cultura di   Plaquemine estesa dal corso inferiore del fiume Mississippi ove su un promontorio nel XIII secolo venne fondato il centro che ha lasciato i suoi resti nel sito di Anna, contemporaneo a quello che si trova nello stesso territorio del Mississippi ad  Emerald_Mound, il centro cerimoniale  nei pressi  ove sorse poi la città a Winterville anch’ esso fondato nel XIII secolo e  sulla sponda meridionale del  Lake George il sito che ne prende nome noto anche come Holly Bluff. Tutti siti  fondati da quelli che sono considerati gli antenati ancestrali dai nativi del popolo Natchez  e i vicini  Tensaw ribattezzati  Grands Taensas dai francesi e notii come Taensa, mentre più a sud est la stessa cultura estese il suo dominio fino alla Lousiana orientale  ove fondò altri centri lasciandone tra gli altri  i suoi resti più vasti  nel sito di Medora. Il tardo periodo di quella cultura del Mississippi è noto come Caborn Welborn   che dall’ inizio del XV secolo fondò altri centri  lasciandone tra gli altri i resti sul fiume Ohio ad Angel Mounds  nell’ angolo  all’ estremità sud occidentale dell’ Indiana  e più a sud  nell’ Arkansas orientale nel sito di  Parkin, oltre ad alcuni altri fiorenti villaggi poco distanti nello stesso territorio di  Casqui, raggiunto dagli europei per la prima volta durante la lunga spedizione di  Hernando de Soto  partito dalla Florida nel 1539.

La colonia della Louisiane

Il territorio del Missouri prese nome dall’ omonimo fiume esplorato nel 1673 dal  missionario gesuita francese Jacques Marquette e l’altro esploratore franco canadese commerciante di pellicce Louis Jolliet  che furono i primi europei a seguire in canoa parte del lungo corso del maestoso fiume Mississippi proseguendo ad ovest ove continua per un suo affluente che nella prima mappa  tracciata da Marquette venne poi battezzato fiume Missouri per attraversare il  territorio popolato dai  nativi Niúachi noti anche come  Missouria, parte della regione che dal XVIII secolo ne prese anch’ essa il nome come paese del Missouri o Pays d’ Illinois. Durante la sua spedizione dai Grandi Laghi settentrionali alla foce del Mississippi del 1682 René Robert Cavelier de La Salle fondò diversi centri nel Pays d’ Illinois , sul corso meridionale del fiume  Illinois, chimato dai nativi  Inoka Siipiiwi.Nel territorio della confederazione tribale Illiniwek i francesi ribattezzarono Grand Village d’ Illinois il villaggio di Kaskaskia fondato dall’ omonima tribù. Nel 1683  vi edificarono Fort St. Louis sulla grande roccia in arenaria di  Starved Rock divenuto un centro per il commercio di pellicce. Nello stesso periodo La_Salle  e l’ esploratore e commerciante di pellicce Henri de Tonti di origine italiana fondarono il  primo centro poi divenuto il villaggio e la cittadina di Peoria , lo stesso anno poco distante sulla sponda orientale del fiume Illinois l’altro centro con il forte di  Crevecoeur che venne abbattuto poco dopo per timore di un attacco nel conflitto franco irochese noto come la guerra di Beaver esteso nel territorio più meridionale e ricostruito nel 1691 come  Fort Pimiteoui. Con il Grand Village d’ Illinois e gli altri centri  La Salle intendeva creare una rete di commerci  e rivendicare  la regione alla vasta colonia francese  nordamericana che si estendeva come  Nouvelle France, ma no riuscì a vedere completato il suo progetto rimanendo ucciso in ammutinamento durante la sua seconda spedizionenel 1685. Poco dopo il militare ed avventuriero divenuto amministratore coloniale Pierre Le_Moyne Sieur d’Iberville fu tra i fondatori della colonia della Louisiane e ne divenne parte come Haute-Louisiane quel territorio noto anche come paese di Illinois .Pierre Le Moyne d’ Iberville assieme al fratello  Jean-Baptiste nel 1702  in Alabama  sul vecchio centro con il Fort Louis fondarono la città che divenne la  capitale della Louisiane Française chiamata poi Mobile  sull’omonimo fiume a Mile Bluff e protetta dalla possente  fortezza di  Charlotte nota anche come Fort Condè de la Mobille ,spostata poi nel 1720 più a nord ovest nel territorio del Mississippi a Fort_Maurepas che fu il primo centro della colonia francese, alla fine del XVII secolo divenuto la città di  Biloxi. La regione fu coinvolta nella  Guerra dei Sette anni combattuta in Europa tra la Francia e la Gran Bretagna iniziata nel 1756 che in nordamerica i franco canadesi chimarono Guerre de la Conquête e nota anche come la  guerra  Franco Indiana , finita con la sconfitta francese e la cessione di diversi territori ad est del fiume Mississippi  fino a quello occidentale della Florida che furono presi nella colonia britannica nella nuova divisione territoriale  sancita con il trattato di  Paris del 1763. Durante la Guerra d’Indipendenza dei coloni dalla madrepatria britannica, sulla costa atlantica la colonia spagnola si alleò a quella francese contro l’ Inghilterra nel 1779  nella Spain War, come venne chiamata dai britannici, condotta da Bernardo Gàlvez primo visconte di Galveston che amministrava come  governatore la provincia coloniale  spagnola della  Louisiana. Gli spagnoli conquistarono la West Florida nella campagna militare della  Gulf Coast, dopo l’ assedio di due settimane  e la battaglia combattuta nel 1780 che prese ai britannici Fort Charlotte, seguita l’ anno successivo dall’ altra vittoria del comandante Don Ramon de Castro nello scontro  sulla baia di Mobile e poco dopo sempre nel territorio della Florida occidentale nella battaglia di Pensacola.

Le esplorazioni dal Missouri

Il resto del territorio fino al Missouri rimase nel dominio coloniale francese della Louisiane fino al 1803  quando la vasta  regione fu ceduta al governo statunitense con l’ acquisto della  Louisiana e subito dopo  per esplorare e mappare il territorio il presidente Jefferson ordinò l’organizzazione del Corps of Discovery al comando del capitano Meriwether Lewis assieme all’amico e  tenente William Clark per quella che fu la grande spedizione di Lewis e Clark partita nel 1804  da St. Luis In Missouri che per due anni percorse migliaia di chilometri fino alla costa nord occidentale dell’ Oregon tornando poi  in Missouri come la prima  a spingersi nelle regioni più selvagge del West nordamericano. Durante la lunga  traversata nell’ inverno del 1807l’ esperto trapper John Colter lasciò il percorso della spedizione seguendo  cacciatori di pellicce cercando nuove vie e poco dopo  Colter  si inoltrò da solo tra le montagne e le vallate del Gran Teton , proseguendo per il limitrofo territorio nord orientale seguendo il fiume omonimo, giunse fino all’ ignoto  Yellowstone nel 1809. Oltre ad esplorare e mappare  gli ignoti territori dalle Grandi Pianure, la maestosa catena delle Montagne Rocciose e la regione più occidentale, nella lunga spedizione  Lewis e Clark incontrarono e descrissero  i nativi tra le montagne del Wyoming e le pianure, le tribù dei Lakota e Dakota della grande nazione Sioux, i Blackfeet, i Crow e gli Arapaho delle pianure centrali e i limitrofi territori popolati dagli  Arikara, Hidatsa e Mandan noti come le Tre tribù. Sempre dal Missouri poco dopo  nel 1806  partì la spedizione del Red River  nota anche come la Freeman-Custis Expedition esplorando la regione delle Grandi Pianure meridionali nel bacino del Red River e lo stesso anno ad ovest venne inviato il tenente Zebulon Pike al comando di volontari in quella che ne prese nome come la spedizione di Pike  attraverso le Great Plains ad ovest fino alla catena delle Rocky Mountains che esplorò assieme ad altri territori limitrofi dell’ ancora ignoto Colorado. Con queste prime tre grandi spedizioni partite dal Missouri e  le altre successive iniziava la storia del West  nel XIX secolo aprendo la via a pionieri e coloni verso l’ ovest  sul lungo percorso dell’ Oregon trail e le sue diramazioni dalle Grandi Pianure attraverso i territori del  Colorado , quelli poco ad ovest tra gli altopiani e canyons del limitrofo  Utah , le maestose montagne e vallate del Wyoming  e  verso l’ ambita terra promessa della California. Parte di quel percorso fu tentato dall’  esploratore e mercante di pellicce di origine scozzese  Robert Stuart con la sua spedizione partita nel nel 1811 da Fort Astoria, noto anche come Fort George, sulla costa dell’ Oregon fino al Missouri raggiungendo la città di St.Louis , dimostrando l’ impossibilità di navigare sul fiume Platte, ma se ne poteva seguire una pista per i carri lungo il suo corso per poi proseguire in Wyoming tra le Montagne rocciose del Continental Divide ove trovò l’alto valico del South Pass. Più tardi  nel 1822 Il generale William H.Ashley, divenuto mercante di pellicce e proprietario terriero, assieme all’ altro imprenditore Andrew Henry  fondò la  Rocky Mountain Fur Company, nota come la  Hundred  di Ashley per avere al servizio cento tra I migliori trapper dell’ epoca e nel 1823 organizzò una spedizione per seguire il corso del fiume Missouri. Tornato indietro per gli attacchi dei nativi l’anno dopo organizzò una nuova spedizione attraverso lo  Utah, all’ epoca ancora nei domini messicani dopo l’ indipendenza dalla colonia spagnola, ove  attraversò la valle del Salt Lake seguendo parte dell’ itinerario dalla spedizione di Escalante guidata  dai due missionari francescani Silvestre Vélez de Escalante e Atanasio Domínguez nel 1776, ritrovando l’Utah Lake che ribattezzò lago Ashley ove sulla sponda fondò il centro di Fort Ashley per commerciar con i nativi. Da qui continuò l’esplorazione del  Colorado settentrionale in territori ancora poco noti fino ai contrafforti delle Montagne Rocciose dominate dal  Front_Range  per proseguire risalendo  il corso meridionale del lungo fiume Platte. Alla confluenza del South Platte River con il Cache à la Poudre, come era stato chiamato dai francesi e ribattezzato Poudre, risalì il fiume  fino all’ altopiano del Wyoming centro meridionale ove si aprono le vaste pianure di Laramie e poi verso il territorio nel bacino attraversato dall’ affluente del fiume Colorado chiamato   Green River.

Missouri Territory

Dopo l’ acquisto della colonia francese di Louisiane nel 1803 fu proclamato il trasferimento al territorio statunitense, la prima capitale territoriale fu Vincennes, fondata nel  1732 ove sorgeva su un centro per il commercio di pellicce  sul basso corso del fiume Wabash nella regione  sud occidentale del costituito Territory dell’ Indiana, quella meridionale fu proclamata territorio di  Orleans e nel 1812 divenne il nuovo stato dell’ Unione  che conservò il vecchio nome di Louisiana, mentre con la proclamazione del Lousiana Territory nel 1805, poi divenuto territorio del Missouri sette anni dopo, ne fu portata la capitale nella città di  St.Louis. Come primo governatore fu nominato dal presidente Jefferson il generale James Wilkinson che, assieme al senatore trasferito in Missouri che fu vicepresidente  Aaron Burr, fu protagonista di un tentativo per la secessione della regione accordandosi con la colonia del  Texas spagnolo e prenderne possesso come territorio privato  in quella che fu la cosiddetta cospirazione di Burr , accusato di tradimento e rimosso nel 1807, fu sostituito da Meriwether Lewis ormai celebre come uno dei due protagonisti della grande spedizione di Lewis e Clark partita tre anni prima da quello stesso Missouri che andò a governare. Dopo la sua morte nel 1809 fu sostituito da  Benjamin Howard venuto dal Kentucky ove era membro del Congresso, nominato generale di brigata nel conflitto tra la Gran Bretagna e gli Stati uniti noto come la guerra del 1812, lasciò l’incarico di governatore territoriale e ne venne nominato l’altro protagonista della celebre spedizione all’ ovest  William Clark fino al 1821. Nel frattempo per consolidare il controllo sulla regione  dal 1804 sorsero avamposti militari e centri per il commercio come Bellefontaine con un forte nei pressi di St. Louis e più ad ovest nel territorio dei nativi Ni-u-kon-ska ribattezzati Osage ove, sul fiume Missouri nei pressi di Sibley, venne fondato l’avamposto di Fort Clark noto anche come  Fort Osage. Il Missouri era sulla frontiera occidentale durante il conflitto anglo americano della  1812 War e non fu teatro di battaglie tra i due eserciti mentre vi furono diversi scontri tra i coloni e i nativi,  gli   Ša˙wano˙ki o Shawnee formarono una confederazione guidata dal capo Tekoomsē  o Stella Cadente noto come Tecumseh assieme al fratello Lalawethika chiamato anche Tenskwatawa o Porta Aperta. Nel più settentrionale Territory dell’ Indiana proclamato pochi anni prima, dal 1811 si scatenò il conflitto tra i guerrieri della confederazione Shawnee guidati da Tucumesh e i reparti dell’esercito statunitense comandati dal governatore territoriale dell’ Indiana William H.Harrison, che poi divenne in nono presidente degli Stati uniti,  nota come la guerra di Tecumseh, culminata lo stesso anno con la vittoria di Harrison nella battaglia combattuta a  Tippecanoe nell’ Indiana Territory  entro occidentale vicino il villaggio Shawnee di  Prophetstown  fondato da Tecumseh  alla confluenza del fiume omonimo, chimato dai nativi kiteepihkwana,  con il corso del Wabash. Parte della regione del Missouri era nel vasto territorio tribale degli Ozaakiiwaki o Sauk e dei  Meshkwahkihaki o Terre Rosse, noti anche come Meskwaki e Mesquakie, che i coloni bianchi ribattezzarono Fox . Per aprirlo all’ estensione territoriale il governo statunitense impose  ai nativi il trattato di St.Louis del 1804 stipulato dal governatore William Henry Harrison con quelle popolazioni guidate dal capo dei  Sauk  Quashquame per la cessione delle loro terre dal  Missouri nord orientale a gran parte di quelle in Illinois a nord del fiume omonimo e quelle meridionali del  Wisconsin. Nel decennio successivo l’arroganza dei coloni e i continui sconfinamenti nelle loro terre provocarono la reazione delle fiere tribù Sauk e Fox in un conflitto guidato dal capo Ma-ka-tai-me-ha-kia-kiak  e noto come Black Hawk, con vari scontri  fino al 1815   culminati con la battaglia di Sink Hole ,in quella che divenne la Lincoln County fondata nel 1818 alla foce del fiume Cuivre nel Missouri centro orientale, ove lo sconfitto Black Hawak fu costretto a riaffermare il Trattato di St.Louis. Mentre il controllo militare del territorio tra i i fiumi Missouri e del Mississippi venne affidato ai Missouri Rangers parte della milizia territoriale dell’  Arkansas,  nel 1818 il Missouri Territory chiese l’ ammissione all’ Unione  ed essendo schiavista venne ostacolato dalla controversia tra gli stati   Slave e free  per l’abolizione della schiavitù, risolto due anni dopo con quello che venne definito il Compromesso del Missouri ammettendo l’ ingresso del territorio all’unione come stato schiavista assieme all’abolizionista stato del Maine per mantenere l’ equilibrio tra stati schiavisti e liberi. Nel 1821 fu annesso come il ventiquattresimo stato dell’ unione conservando il nome di Missouri  con capitale la città fondata dai francesi come  Les Petites Côtes nel  1769 ribattezzata St.Charles, poi spostata cinque anni dopo nella non distante  città intitolata al terzo presidente Thomas Jefferson divenuta  Jefferson City nel 1826. Il territorio nord occidentale del nuovo stato, oltre alle sconfitte e confinate tribù dell’ Upper Mississippi  Fox e Sauk,  era ancora in parte terra tribale del popolo  Báxoǰe chiamato anche Iowa ove  nel 1836 William Clark, che fu  uno dei protagonisti della spedizione Lewis e Clark, assieme all’ imprenditore Joseph_Robidoux di origini franco canadesi, trattarono con i nativi a cedere le loro terre lungo la sponda orientale del fiume Missouri con quello che fu definito l’acquisto del Platte che estese nell’estremità nord ovest lo stato. Con i collegamenti fluviali dei battelli a vapore e le altre vie aperte dai pionieri sorsero fiorenti città  come Independence nella Jackson County, fondata nel 1827 come la più occidentale sul corso del Missouri, nella  Buchanan County sempre adagiata lungo il fiume Missouri il centro fondato da  Joseph Robidoux nel 1843 divenne la fiorente città di St.Joseph,  mentre dall’altro  centro fondato nel 1831 a Westport , all’ inizio del lungo percorso per l’ ovest aperto poco dopo sull’ Oregon trail, il territorio divenne poi la grande area metropolitana di   Kansas_City.

La porta del West

Ad ovest del Midwest statunitense la regione dalle vaste pianure attraversata dal corso del fiume Missouri  divenne uno dei territori  che nel XIX ha definito quella che fu  la  Frontier nordamericana, i primi emigranti, pionieri e coloni, provenienti in gran parte dalla Virginia, Kentucky e Tennessee oltre la regione montuosa del South Upland, da est raggiungevano  il fiume Missouri nel territorio del  Boonslick dove nel 1807  sorse un centro con una  fattoria costruita da Nathan e Morgan, figli del celebre trapper eploratore  e guida di carovane Daniel Boone. Per continuare ad ovest  dall’ inizio del XX secolo era stato aperto il lungo percorso del Boone trail dalla costa orientale della Virginia lungo il corso settentrionale del fiume che poi si estese verso est fino a raggiungere la costa californiana a San Francisco divenendo una frequentata via per l’ espansione verso i territori occidentali. Nel suo primo tratto partiva da  St.Charles, fondata come il centro di  Les Petites Côtes nel 1769 dal trafficante di pellicce franco canadese Blanchette, che nel 1804  fu una delle basi di partenza della lunga spedizione di Lewis e Clark.  Da qui Il Boone trail proseguiva  sempre parallelo al fiume a  Franklin,  per il centro fondato nel 1816 dal virginiano ex militare che divenne imprenditore in Missouri William Becknell che assieme a da altri aprì poco dopo la via per collegare la città di  Independence in Missouri al meridionale territorio del Nuevo Mexico ove sorgeva la città di Santa Fe. Oltre al percorso aperto da William Becknell, che dal 1821 divenne il frequentato  Santa Fe Trail, in questa regione del Missouri si incrociarono gli altri verso ovest, dal più lungo e famoso  Oregon Trail e le sue diramazioni seguito da migliaia di pionieri e coloni a quello per lo Utah dei pionieri mormoni che lo percorsero per una ventina di anni dal 1848 noto come Mormon Trail , fino al California Trail  aperto  dal 1849  per i cercatori, migranti ed avventurieri per le vie della corsa all’ oro in California. La dottrina che dichiarava tutti i territori dell’ ovest da colonizzare come missione per la superiorità del popolo statunitense espressa nel manifesto del Destiny, spinse oltre mezzo milione di coloni in un trentennio della prima migrazione dal 1830 sui West Trails che partivano dal Missouri per procedere lungo il Platte River con i percorso che venne chiamato la grande Platte Road  attraverso le Grandi Pianure per risalire il fiume Platte verso le montagne Wyoming e quelle che si stendono nel territorio settentrionale del Colorado superando verso ovest la maestosa catena delle Rocky Mountains . Durante la devastante  Guerra di Secessione dal 1861 il Missouri   fu uno dei teatri del conflitto  nella regione belligerante  del Mississippi  e dopo quattro anni di guerra nel 1865 oltre centomila missouriani smobilitarono dalla vittoriosa Union_Army dell’esercito nordista, mentre dei trentamila che avevano militato nelle armate secessioniste Confederate molti si unirono nelle spietate bande armate di miliziani sudisti che seminarono il terrore in tutto il territorio come i famigerati bushwhackers. Ormai definito il Gateway to the West, nel territorio del Missouri passava la  linea postale del  Pony Express inaugurata nel 1860  che correva per quasi tremila chilometri da St. Joseph sul fiume Missouri per quella divenuta poi la Pony Express Highway percorsa dalla State Route  Us 36  da Marysville nel Kansas Territory  poi divenuto lo stato del Kansas quando fu  ammesso nell’Unione nel 1861 , proseguendo a nord attraverso il Nebraska e ad ovest per un breve tratto  nel territorio settentrionale del Colorado e le  vallate dominate dalle maestose montagne del Wyoming. Scendendo poi a sud ovest nella valle attraversata dal fiume Sweetwater seguiva  la Central Route che attraversava verso ovest lo Utah per giungere nel centro che era divenuta la città di Sacramento verso la costa della California da dove sul Sacramento River la posta e le missive venivano caricate in battello fino a  San Francisco. Tra le prime tappe dei lunghi itinerari a cavallo del Pony Express e gli altri percorsi delle carovane nello Iowa sulla sponda orientale del Missouri era Council Bluffs  sulla sponda orientale del Missouri chimata Kanesville fino al  1853 e oltre il confine con il  Nebraska la vicina città di Omaha, a lungo collegate dal 1850  attraverso il fiume con il traghetto del Lone e poi dopo la guerra civile divenne capolinea orientale della prima ferrovia Transcontinental  completata nel 1869 con il  primo ponte costruito sul Missouri battezzato Hannibal che ha fatto prosperare il più grande centro sul fiume in Missouri divenuto  dall’ epoca la fiorente  Kansas_City.

La regione del Missouri è stata la porta dell’ ovest ove è iniziata gran parte della storia del West dalle prime esplorazioni alle migrazioni di pionieri e coloni attraverso le Grandi Pianure e i territori del Colorado per  le maestose montagne del Wyoming tra gli altopiani e i canyons dello Utah fino alla costa occidentale ove è adagiata l’ ambita terra della California.

Articoli Affini

Back to top button