Francis Drake: il corsaro e pirata inglese

Francis Drake: il corsaro e pirata inglese

Le avventure e gli itinerari del corsaro Francis Drake che ha circumnavigato il mondo al servizio di Elisabetta d’ Inghilterra


Pirata e corsaro Francis Drake

Le spedizioni britanniche marittime che aprirono al colonialismo iniziarono con il regno d’ Inghilterra della regina salita al trono come Elisabetta I, che all’epoca aveva inaugurato la sua Golden Age in guerra con il potente impero spagnolo del sovrano Filippo II. Di questa Era elisabettiana e della riforma anglicana era suddito l’abile navigatore Francis Drake che a suo modo mise in pratica la nuova etica che premiava l’intraprendenza nella vita terrena, ma soprattutto fu acerrimo nemico degli spagnoli ed “incubo” pirata e corsaro delle loro colonie nei Caraibi.

Nato da un pastore protestante Francis Drake prese il mare da ragazzo come mozzo di contrabbandieri e imparò l’arte della navigazione tanto da divenire ufficiale dell’ ammiraglio John Hawkins suo cugino e  noto trafficante nella tratta atlantica degli schiavi africani  con cui fece il suo primo viaggio di pirateria nelle Antillas Españolas dei Caraibi nel 1560, ma  la spedizione fu sconfitta e sbaragliata nella battaglia di San Juan de Ulùa sulla costa messicana nei pressi di Veracruz dalla potente flotta iberica che dominava quei mari.

Il duro scontro con gli spagnoli fu il primo di una lunga serie e il giovane Francis Drake concepì il suo progetto inseguito per tutta la vita di espugnare le potente difese dei vicereami della Nuova Spagna messicano e caraibico e quello del Perù. Da essi veniva parte della ricchezza dell’ impero spagnolo, anche con il grande traffico dalle colonie del Nuovo Mondo America e le lontane Filippine spagnole tra Luzon e le altre isole meridionali, trasportando favolose ricchezze sulla rotta dei Galeoni di Manila che fu la prima delle vie marittime europee nel Pacifico.

Fu due volte a Panama e l’ isola di Santo Domingo  a studiare il piano e nel 1572 iniziò la sua spedizione da Plymouth con la nave Pacha e il  galeone Pelican, che nel viaggio  successivo ribattezzò Golden Hind,  giunse nei mari caraibici incrociati da pirati e corsari  tra l’isola di  Portorico e l’altra  colonia di Santo Domingo, si alleò con i pirati Ranse e La Testu aiutato dagli schiavi neri  Cimarron liberati  e attaccò il centro panamense di Venta de Las Cruces, dove si formavano le carovane con le merci sbarcate dai vascelli attraverso l’  istimo per l’ oceano Pacifico esplorato da  Vasco Núñez de Balboa nel 1513.

Saccheggiò le basi spagnole e i galeoni di   Cartagena de Indias sulla costa della Colombia e nobilitò le sue  imprese nominandosi corsaro di sua maestà la regina Elisabetta della quale divenne poi grande ammiraglio. Al ritorno in patria la sua temeraria impresa non fu accolta come credeva, perchè Elisabetta stava trattando la pace con il re spagnolo Filippo II, ma dopo pochi anni il contrasto tra le due grandi potenze riprese e Francis Drake venne segretamente incaricato della guerra  di corsa sui mari iniziando il suo leggendario viaggio attorno al mondo.

Il viaggio attorno al mondo

Nel dicembre 1577 salpò da Plymouth con centocinquanta uomini su quattro navi e il suo galeone  Pelican ribattezzato  Golden Hind, dopo la traversata atlantica due vascelli danneggiati furono lasciati e gli altri  tre scesero lungo la costa della Patagonia sulla rotta di andata della spedizione di Fernando Magellano incrociando lo stretto aveva scoperto e battezzato con il suo nome .

Saccheggiò  Valparaìso nella colonia del Cile e attaccò il porto Callao della città di Lima nel vicereame Perù dove riuscì a prendere vari vascelli e il galeone Nuestra  Señora de la Concepción carico d’argento che collegava le coste del  Perù e il vicereame della  Nuova Spagna messicano a  Manila nella filippina Luzon. Dal litorale messicano prese la rotta del Pacifico  risalendo le coste nordamericane ove affacciavano i territori ancora ignoti dei futuri Stati Uniti, in  California sbarcò in una baia dove poi sorse San Francisco, proseguendo lungo l’ Oregon fino al settentrionale Pacific  Northwest e il  Canada di dove forse si propose di cercare il misterioso  Passaggio a nord ovest, ma prese una delle rotte del Pacifico ad ovest, dopo aver battezzato tutti quei territori costieri nordamericani New Albion  che dovevano essere futuri  possedimenti della Regno britannico in nome della  regina.

In alcuni mesi giunse nelle Molucche prendendo poi le vie dell’ Indonesia sostando in varie isole fino alla Malesia seguendo l’ antica Via delle Spezie per entrare nell’ Oceano Indiano percorrendo in parte  la rotta aperta dal portoghese  Vasco da Gama fino alla costa meridionale del Sudafrica doppiando il Cabo  da Boa Esperança che per lui fu Cape Good Hope, oltre Capo Agulhas risalì le coste africane atlantiche e tornò in patria nel settembre del 1580 atre anni dalla partenza.

Aveva realizzato la seconda  circumnavigazione del globo dopo l’ avventurosa  spedizione iniziata da Fernando Magellano e terminata da da Juan Sebastiàn Elcano nel 1525 con il vicentino Antonio Pigafetta che la raccontò nella sua  Relazione del primo viaggio intorno al mondo. Assalendo ogni vascello spagnolo incontrato arricchì le casse della regina  e ottenne il trionfo da Elisabetta, ebbe il titolo di Sir e nel 1585 attaccava nuovamente le colonie spagnole caraibiche saccheggiando Santo Domingo e conquistando Cartagena de Indias in  Colombia, poi prese San Augustin nella colonia della Florida.

Divenne il più temuto ed odiato nemico dell’ impero spagnolo sui mari, al quale dette il colpo mortale nella Manica con la decisiva  battaglia  che nel 1588 sbaragliò  la potente flotta dell’  Invincibile Armata ponendo fine alla lunga guerra tra il regno britannico di Elisabetta I e quello spagnolo di Filippo II.

Nel 1595 partì per l’ultima spedizione alle colonie dei Caraibi  con il suo vecchio compagno Richard  Hawkins, saccheggiò Guadalupa  e altre colonie nelle Antille, ma nell’attacco a Panama  la flotta corsara inglese venne sconfitta. Il 27 gennaio del 1596 Sir Francis Drake morì dopo una rapida malattia e mai un navigatore fu onorato di funerale più sontuoso, la sua bara fu affondata in mare assieme a due delle sue navi e a tutti i vascelli spagnoli catturati durante l’ultima avventura del più grande corsaro di tutti i tempi.

© Paolo del Papa Estratto da: Viaggiatori ed esploratori. Vol.Oceani:navigatori, Francis Drake.

Photo gallery: New World Routes | Pacific Routes

Previous Vasco da Gama
Next Magellano

About author

You might also like

Esplorazioni

Balboa e il Pacifico

La spedizione di Alonso de Ojeda Dopo aver nominato Martìn Fernandez de  Enciso suo sostituto,  Alonso de Ojeda nel 1509 era partito da Santo Domingo  per fondare una colonia nella

Medioevo

Marco Polo

Come di altri esploratori e viaggiatori del passato in tutto il mondo anche del grande Marco Polo ho ripercorso gli itinerari, cercando le sue descrizioni che ho ritrovato sulle vie

Esplorazioni

Europei sulla Via delle Spezie

Via delle spezie: una storia antica Nella regione più occidentale dell’antica rotta delle spezie (o via delle spezie) il dominio musulmano si estese in tutta la costa dell’Africa orientale tra il IX