Ontario

Toronto

La metropoli tra le protagoniste nella recente storia del Canada, adagiata sul lago che splende nella regione dell’ Ontario dall’ inconfondibile skyline, ha anch’ essa le sue origini nel periodo coloniale,  come gli altri territori orientali canadesi, l’ Ontario era popolato  dai nativi riuniti nella confederazione Irochesi, incontrati fin dalle prime esplorazioni nel XVI secolo iniziate dai  tre viaggi di Jacques Cartier, oltre quelle  indipendenti e di medesima stirpe dei  Wyandot o Gente della Penisola ribattezzati Uroni. In quel territorio affacciato sul grande lago c nel 1615 il francese Étienne Brûlé  durante le sue  esplorazioni nella regione trovò il villaggio irochese di Teiaiagon  incontrato sul sentiero indiano  verso il vicino l’ Ouentironk o belle acque  come gli chiamavano il lago di Simcoe e nei pressi di quel villaggio,a lungo dimenticato dalle vie delle esplorazioni nel secolo successivo, iniziò la storia di Toronto da un primo centro sulla sponda settentrionale del grande lago  Ontario ove nel 1720 i francesi come avamposto nella regione fondarono Fort_Rouillè per commerciare con i nativi poi abbandonato nel 1759 durante le guerre coloniali. Dopo conquista britannica il generale John Graves Simcoe vi fece edificare Fort York  come presidio militare nel 1793 poco ad ovest  da dove all’ epoca sfociava il torrente  Garrison sulla costa occidentale del lago. Quando vi venne nominato primo governatore Simcoe attorno al forte fece edificare il villaggio ben presto esteso nella città di York che pose come prima  capitale dell’ Ontario britannico nella   provincia coloniale dell’ Upper Canada, cominciando ad attrarre i primi immigrati e  coloni nel suo territorio dall’ inizio del XIX secolo, durante la guerra anglo-americana del 1812 con l’ avanzata statunitense nella regione  la città venne conquistata e devastata dopo  nella battaglia di York nel 1813. Tornata nei domini britannici  accolse altri immigrati e nel 1834 venne ribattezzata con il nome di Toronto, derivante  da un antico sentiero indiano tra I laghi Ontario e Huron,  poi chiamato Toronto Carrying Place Trail e noto anche come portage di Humber, significava anche  terra di abbondanza per le tribù  Wyandot ribattezzati Huron che popolavano la regione, mentre  Tkaronto era  dove sono alberi nell’acqua per i  Mohawk riuniti nella confederazione degli  Irochesi. Quando contro l’autoritarismo del governo coloniale nel 1837 iniziarono le cosìdette alle Rebellions in entrambe le regioni dell’ Upper e Lower Canada, William Mackenzie  era stato eletto primo sindaco della nuova Toronto e dalla città  guidò la Rebellion  dell’ Upper Canada finita come le altre con il ritorno dell’ autorità coloniale. Nel decennio successivo iniziò la grande immigrazione di irlandesi dalla Great Hunger , come è ricordata la grande carestia che devastò l’ Irlanda dal 1846, divenendo la più grande comunità di Toronto, nel frattempo la città aveva ospitato la prima comunità di afroamericani fuggitivi dalla schiavitù statunitense fondata nel 1830 da Thornton Blackburn che una ventina di anni dopo si stabilirono nel  centrale quartiere di The Ward. Con l’ espansione dei commerci ed industrie tra la fine del XIX secolo e l’ inizio del successivo  accolse altri immigrati tedeschi, italiani e di origine ebraica, seguiti nei decenni da altri dell’ Europa orientale, russi e cinesi con le comunità a lungo confinate nei nuovi quartieri popolari. Nella seconda metà del novecento con altri  centri sorti attorno alla vecchia città si ramificò la Greater Toronto nota anche come Gt Area dai vari distretti e quartieri sempre più popolati da immigrati attratti dalla grande espansione economica divenendo ben presto la più multietnica città canadese, tra i primi e più popolosi quartieri di immigrati, da  Palmerston e le vie che ne diramano per gli altri centrali si estese la comunità di immigrati italiani nella  Little Italy di Toronto, mentre quella portoghese ed iberica + si riunì nell’ Aldeia português divenuto il quartiere di  Little_Portugal, dall’ espansione dell’  altro quartiere centrale che aveva opitato la prima comunità afroamericana di The_Ward,  fin dagli anni venti del XX secolo cominciarono a stabilirsi gli immigrati cinesi che fondarono la loro comunità nella  Chinatown di Toronto.

Great Toronto

La grande Toronto o Greater Toronto Area a sud  affaccia  sulla sponda nord occidentale del lago Ontario  fino ad Etobicoke Creek ad ovest ove inizia la città di Mississauga, collegata ai quartieri occidentali di Toronto  dall’Ontario Highway Hwy 427  venendo  dalla lunga via che l’ attraversa da est ad ovest  con Avenue Eglinton , all’ estremità settentrionale scorre l’ altra lunga Avenue Steeles  dai distretti i periferici della North Toronto e il quartiere di River Rouge attraversato dal fiume omonimo verso la limitrofa  Regional Municipality di York, mentre l’ estremità orientale della città si stende verso  il Townline  di Scarborough-Pickering. Oltre al Creek dell’ Etobicoke che scorre ai margini occidentali e il Rouge River dall’ altra parte, in città il  fiume Humber  attraversa i quartieri  del West End e quelli ad est del centro dal  fiume Don  scorrendo con i loro affluenti verso sud fino al lago Ontario nell’ Humber Bay  con il porto e il litorale che si allunga sulla baia nell’ Harbourfront. Ormai una vasta metropoli che si stende nei suoi  neighbourhoods ove si aprono I vasti districts  di Toronto con I vari quartieri che si stendono da Mississauga e il litorale occidentale all’ interno lungo i corsi dei fiumi Humber e Don, continuando con l’ inconfondibile slyline dei grattacieli per la vasta Harbour con il porto  e lungo la sponda orientale sul lago Ontario

Mississauga

Ad ovest di Toronto si stende la valle attraversata da  fiume Credit chiamato Missinnihe o fiume affidabile dai nativi che la  popolavano  con le tribù dei  Mississaugas che si definivano  gente del grande fiume di stirpe e lingua comune agli altri popoli  Algonchini della regione, condividevano il territorio dell’ Ontario con tribù riunite  nella grande confederazione degli Irochesi, nel XVIII secolo  anch’essi coinvolti nei lunghi coloniali rispettivamente alleati con i francesi e i britannici noti come le guerre del Beaver. Dopo la conquista dell’ Ontario nel 1806 i britannici acquistarono dai nativi Mississagua le terre ove sorse il villaggio di Lakeview divenuto una delle comunità della Toronto Gore Township assieme a Lorne_Park, sul  Credit  River  il vecchio centro francese divenuto Port Credit, nello stesso periodo  quello che divenne il villaggio di Clarkson e il primo insediamento di Harrisville si estese come Cooksville  lungo il torrente Cooksville Creek. Nel 1820 immigrati irlandesi fondarono il villaggio divenuto la comunità di Meadowvale all’estremità orientale della Township, il popolamento di estese a nord est con il villaggio di Malton  e a nord ovest da un’ altro villaggio sorto nello stesso periodo la comunità di  Streetsville, mentre quella fiorita nel XIX secolo dalla  sua fondazione di Elmbank  nella seconda metà del successivo è stata abbandonata. Della prima Toronto Township i vecchi centri hanno lasciato ben poco della loro  storia divenuti i grandi e moderni quartieri della popolata città di Mississauga, estesa negli ultimi decenni con  l’ espansione della limitrofa Toronto attirando una  grande immigrazione asiatica e altri continenti divenendo il più popolato  centro multietnico  canadese. Oltre a quelli sorti dai vecchi villaggi,  la città si stende in una ventina di grandi quartieri fino a quelli occidentali come Churchill di Meadows che occupa parte della vecchia comunità di Milton verso l’altro periferico residenziale di Erin_Mills integrato con il centro industriale, divenuta la moderna e popolata città centro delle Corporations di grandi aziende, finanziarie e multinazionali canadesi.  Adiacente a Mississauga si trova Il Toronto International airport di  Pearson a nord ovest della  Great Toronto che inizia dal corso del fiume Etobicoke, chimato dai nativi wadoopikaan quando vi giunsero i primi coloni, da un villaggio fondato nel 1790 è sorto il periferico quartiere della vecchia York divenendo poi il distretto occidentale di Etobicoke da dove si innalzano gli alti edifici moderni sul litorale. Diviso nel quartiere di Etobicoke-Lakeshore o west Lakeshore lungo la sponda del lago, poco dentro lungo la Dundas Street West il vasto  quartiere  Etobicoke City Center di Islington, esteso nel North  Etobicoke che ha riunito le vecchie comunità ai margini occidentali della città come  Clairville, fondata nel 1850 all’incrocio tra Albion Road e Steeles, tra  Rexdale Boulevard e Islington Avenu,  il limitrofo centro di  Rexdale e poco a nord ovest tra Albion Road e Martin Grove Road quello di Smithfield. Poco a sud l’  Etobicoke Creek sorre  fino alla  su foce nel lago Ontario ove si apre il parco Marie Curtis e di qui  affacciato sul litorale inizia il periferico quartiere sud occidentale  di Long_Branch e quello lungo la sponda del lago ove nel 1890 venne fondato il centro industriale con la cittadina ribattezzata New_Toronto attraversata dal torrente Jackson Creek.

Lungo l’Humber e Don river

All’ interno in gran parte della città si aprono profonde gole con boschi protetti da parchi note come le ravine di Toronto  scavate nei millenni da torrenti e piccoli fiumi estinti ed altri originati dalla vasta morena di Oak Ridges che si estende attraversando la città da est ad ovest. Qui da nord passando per il St. George Lake scorre  il fiume Humber  fino al margine occidentale della città sfociando nell’ Ontario ove si apre l’insenatura che ne prende nome come baia di Humber con l’ omonimo parco e dove affacciano gli alti edifici che si ergono dal quartiere  sud occidentale di  Queensway,  accessibile anche dalla metropolitana  Bloor-Danforth con con la Line 2 .  Sorto da un vecchi centro fondato dal colono francese  Rousseau alla fine del XVIII secolo e poi occupato dai britannici guidati dal generale Graves_Simcoe che ribattezzò il fiume e la baia Humber,  dal secolo successivo si estese il quartiere percorrendo la storia di Toronto assieme al vicino centro ad est del fiume anch’ esso sorto da un villaggio fondato nel 1790  ed estesa dal XIX secolo divenendo il grande sobborgo di Etobicoke  ove tra i moderni edifici si ergono  la  North Tower e la South Tower del  Palace_Pier. Attraverso la Moon Bay, si giunge ove sorgeva il forte di  Rouillé  fondato dai francesi nel 1750,  poi abbandonato dopo la conquista britannica e demolito. Nei pressi si apre la vasta Exhibition Place ove rimangono alcuni edifici del XIX secolo e l’ inizio del successivo come il Music r il Press Buildings, l’ edificio a lungo occupato dalle stazioni di polizia e i pompieri ricordati con la Firehouse Tower,  il sontuoso arco di  Princes che commemora l’anniversario della  confederazione canadese. Tra gli altri il palazzo di Horticulture costruito nel 1907 in stile Beaux-Arts che ospita il  Toronto Event Center, edificato nel 1911 dallo stesso stile l’altro palazzo del Government  che ospita la  grande Canadian National Exhibition annuale nota come The Ex, assieme ad altri dell’ Exibition Place dichiarati Canadian National Historic Sites. Oltre la Moon Bay, ove al largo venne combattuta la battaglia di York  nel 1813 durante la guerra anglo americana, continuando per la Strachan Avenue si entra da ovest nella Toronto Harbour. Come l’ Humber River dall’ Oak Ridges Moraine scorre  anche il fiume Don che attraversa la città dividendosi nell’ East Don e il Lower Don scorrendo verso sud,  unendosi poi al torrente Taylor Massey per sfociare nel lago Ontario  da nord est attraverso Il canale di Keating che entra nella Toronto Harbour orientale. Dalla fondazione della città nel 1793 lungo il Lower Don vennero costruiti diversi mulini e ne rimangono i  resti  di quello  sorto a Todmorden nel Mills Heritage Museum e Arts Centre, nella seconda metà del XIX secolo iniziarono a sorgere sulle sponde del fiume magazzini ed impianti di trasformazione divenuti fabbriche come la Don Brick fondata ne 1889 da una cava sul fiume  che ha lasciato anch’ essa il suo sito. Le paludi  verso la foce del Don River che all’ epoca occupavano parte della baia di  Ashbridge vennero bonificate e nel 1893 venne aperto il canale di Keating  deviando poi il fiume Don  per collegare l’ Ashbridge Bay all’ Harbour con  porto di Toronto. Il canale navigabile aperto a nord del Boulevard Lakeshore  venne dismesso al metà del secolo scorso quando nel 1950 venne aperta la lunga e di rapido scorrimento Expressway di Gardiner che corre elevata sopra il quartiere di  Lake Shore, ma ancora le imbarcazioni entrano nel  canale di Keating passando sotto  il ponte che si eleva a un Cherry Street. La baia è raggiungibile anche dall’estremità occidentale del litorare ove scorre il wadoopikaang, come i nativi chiamavano il fiume Etobicoke con l’ omonimo quartiere sorto su un vecchio villaggio nel  XIX secolo, da qui  parte il  percorso  della  storica via sul Boulevard di  Lakeshore  nota come la Lake Shore Road  verso est,  parte dell’ vecchia Ontario Highway Oh 2  che prosegue per la  Regional York  Road  dell’ Ontario Highway  Oh 404 nel west Toronto. Parallela al viale della lunga Woodbine Av., sul litorale che costeggia   l’insenatura bonificata dalle paludi alla fine del XIX secolo del successivo divenuta  la  baia di Ashbridge con il suo porto. Davanti la vecchia centrale elettrica Generating Station di Hearn lungo il canale di  Commissar Street si trovano i grandi studi e produzioni cine televisive Filmport di Pinewood, centro dell’ industria cinematografica che,  assieme a Vancouver,  ha  fatto definire Toronto l’Hollywood del nord,  continuando  verso ovest sulla baia affaccia gran parte del quartiere di  Portlands. Poco oltre le spiagge di Bay Beach,  Kew-Balmy e Woodbine che, assieme alle altre che seguono, si stendono parallele al Trail di Martin Goodman con il percorso che parte dal ponte di Arch nell’ Humber Bay lungo il  litorale verso  quello orientale  ovest fino al National  Urban Park di Rouge alla foce del Rouge River. A sud della Moore Avenue dal villaggio di Bayview su Front Street a Leaside si è estesa l’ omonima Avenue di Bayview, con  l’estremità meridionale inizia a River Street che passa poco sotto la East Queen Street lungo la sponda occidentale del Don River davanti il Parkway della  Don Valley, separato da una  ripida scogliera da quartieri  che si stendono da quello di Cabbagetown.  Il corso del  Don River separa l’ Old Toronto  dal distretto  sud orientale dell’ East_York  che si estende a nord ovest del fiume  tra Eglinton Avenue East e Bayview Avenue con lo storico  quartiere di Leaside e il limitrofo di di Bennington Heights, continuando con il più popolato da immigrati che è divenuto multietnico quartiere  di Thorncliffe e dal centro del distretto di diramano le vie dominate dai grattacieli verso il residenziale e più periferico di Crescentown.

Old Toronto

A nord del vecchio centro si stende il popoloso distretto  residenziale ed amministrativo di  North_York, anch’ esso dominato da grattacieli che affacciano sulle vie animate verso est fino a quello di Scarborough dalla medesima storia ed espansione, il vecchio borgo ad ovest del fiume Humber che dal 1850 venne incorporato nella Old Toronto divenendo il quartiere di  York  che conserva ancora alcuni edifici sorti  tra il XX secolo e l’ inizio del successivo  verso est fino all’Avenue di  Victoria Park con l’omonimo quartiere tra il distretto North York e il limitrofo orientale dello York East. Scendendo poco a sud  la cittadina di York, quando divenne capitale dell’ Ontario venne ribattezzata, divenendo poi  la Old Toronto come la si trova,  anch’essa sovrastata dagli alti e moderni edifici della centrale Downtown che la stringono nella grande espansione della città ove  cercarne i più antichi tra le vie dei vecchi quartieri. Percorrendo la lunga Queen St. .dove si incrocia con l’altro viale che attraversa il centro come Avenue University, nel 1832 in stile palladiano neclassico venne aperto il primo edificio della Osgoode come lussuosa residenza poi ampliata nel 1889 dalla York University per ospitarvi la Law_School di Toronto  e in seguito l’ Ontario Superior Court of Justice vi ha aperta la sua suprema  Appeal Court  mantenendo il vecchi stile con aggiunte vittoriane come la si trova. Il lungo viale di Sherbourne  e le vie che ne diramano ove affacciano diversi edifici storici, dalla più recente  Evangelical Lutheran Church di Trinity fondata nel 1931 a quelli più antichi, all’ incrocio con Linden street nel nel 1881 il facoltoso imprenditore James Cooper fece edificare la sua sontuosa residenza  Cooper in stile secondo impero,  proseguendo su Earl Street nel 1879 venne edificata la cattolica chiesa di Lourdes dall’ aspetto imponente sul modello della romana Santa Maria del Popolo. Oltre il grande e moderno Concert Theatre di Phoenix, affacciato su Wellesley Street l’ edificio della libreria St. James ospita la più grande Public Library di Toronto fondata nel 1830, all’angolo sud est di Carlton Street la chiesa di St. Luke fondata nel 1872 con il suo santuario, davanti al 1858 risale il parco di Allan con i giardini e padiglioni coperti che ospitano piante tropicali. Su Dundas Street East l’ elegante residenza vittoriana di Allandale costruita nel 1856, ove il viale  Sherbourne  incrocia l’’angolo sud est di King Street nel 1850 venne fondato l’ hotel  British Echange Inn restaurato nel 1868 come Grand Central Hotel e divenuto patrimonio di Toronto come  National, anch’ esso come gli altri soffocato dai moderni edifici che sovrastano il centro storico. Simile sorte delle altre due storiche case di Paul_Bishop costruite nel 1848 su Adelaide Street East da dove inizia l’ altro vecchio quartiere centrale di St. Lawrence con quel che rimane degli edifici e residenze storiche, mentre oltre il parco Sherbourne, che prende nome dal viale verso il litorale di Harbourfront,  inizia il quartiere di Queens_Quay. Da est di Sherbourne tra Carlton Street a nord e  Yonge Street a ovest si stende l’ altro distretto storico  di Garden , scendendo da nord  sulla East Queen Street la Canadian United Church metodista edificò la  grande chiesa  Metropolitan  nel 1872  in stile neogotico, mentre su Bond Street per la comunità di immigrati cattolici irlandesi nel 1848 venne eretta l’’ancora più grande e sontuosa cattedrale e basilica di St.Michael anch’essa nel neogotico stile dell’ epoca. Su Victoria Street in stile neoclassico e moresco  affaccia il teatro Massey_Hall che dalla sua apertura ne 1894 è stato il centro musicale di Toronto ospitando concerti di grandi orchestre sinfoniche e le esibizioni dei più celebri musicisti jazz del novecento,  dichiarato patrimonio storico dell’ Ontario Heritage Trust come il palazzo che ospita i teatri Elgin e Winter aperti nel 1913 dallo  stile edoardiano in Yonge Street.All’angolo nord ovest della  Carlton Street  con la via che si allunga nella  l Church St. , dai vecchi edifici che ospitano frequentati locali e il Gay Village, si erge il complesso che dal 1931 ospita l’arena e il palazzo del Maple_Leaf, dall’epoca centro dei più grandi  eventi sportivi a Toronto.Quel che rimane   della comunità francofona, oltre qualche centro culturale e locali, cerca di conservare il suo patrimonio linguistico nel  Collège français tra la Carlton e  la Jarvis Street. Nel Garden la chiesa più antica è l’ anglicana Cattedrale di St. James fondata nel 1797 dalla decorata facciata e i sontuosi interni da dove si stende il St.James Park da attraversare verso ove sulla  King Street  si trova il palazzo di St. Lawrence  inaugurato nel 1850 e  a lungo noto come la  St.Lawrence  Hall che ospitava gli eventi dell’ èlite di Toronto e poi con il suo ampio anfiteatro concerti e manifestazioni culturali.  Il vecchio centro continua verso sud sulla Jarvis Street ove, alternati  a quelli novecenteschi e più recenti, affacciano edifici sorti nella prima metà del XIX secolo come il mercato di St.Lawrence fondato nel 1811 e poi esteso nel decennio successivo con la costruzione degli edifici che ospitano il mercato  South  affacciato  sul lato meridionale di Front Street e ricostruito dal 1845 che oltre ai negozi ospita ristoranti e l’animata  Gallery  St.Lawrence, mentre l’ altro edificato nel 1831  dopo un incendi venne ricostruito nel 1851 come mercato North. Poco ad ovest si apre Market Lane Park da dove ove dirama una delle più vecchie vie della città aperta nel 1793  come King_Street  con diversi vecchi edifici alternati ai più recenti. Da Queen Street West verso ovest si allunga l’ Avenue  Spadina  aperta nel 1815 ove rimangono edifici della sua storia, ad Austin Terrace salendo per Davenport Hill dalla storica ed omonima via Davenport , si trova il maestoso palazzo  Hill House di Casa Loma  edificata nel 1911  in stile neogotico ed  affacciata sul suo vasto giardino che ospita eventi ed un museo. Continuando ad ovest dal vecchio Kensington Market prende nome il quartiere di  Kensington che ha percorso gran parte della storia di York e della Old Toronto, così come l’altra via che prosegue dall’ Avenue Spadina come Bloor Street  dal percorso attraverso il Don River sul Prince Edward Viaduct, noto anche come il  ponte di Bloor , verso l’estremità occidentale della città. Tra l’ Avenue Spadina e  Bloor Street corre la lunga Bathurst St.  che continua a nord dal centro ove  dirama la via che porta al quartiere  dall’ inizio del XIX secolo popolato dalla prima comunità  Jews in città divenuto il quartiere ebraico di Toronto.T ra Bathurst Street  e Lake Shore Boulevard  il piccolo quartiere di City Place si apre dal centro  ad ovest verso il litorale  per Front St.   ove nel XIX secolo  passava la vecchia ferrovia  Simcoe and Huron sulla linea Northern dell’ Ontario che ha lasciato come sua memoria storica i binari, la piccola stazione e le locomotive a vapore nella Railway Lands tra gli alti edifici come un museo ferroviario che ospita eventi

Lo Skyline sull’Ontario

Dal centro storico si stende Il quartiere New City del  Financial District  con i moderni edifici e grattacieli che ospitano grandi banche, uffici di multinazionali e finanziarie come il First Bank Building del Canadian_Place tra i più alti edifici nordamericani,  di poco meno alto e come un’ altra torre svetta lo Scotia Plaza con banche, uffici  di multinazionali e residenze esclusive , Il grattacielo del St.Regis che ospita l’ omonimo hotel e altre residenze, tra  primi costruiti all’  inizio del XX secolo  per la Grand Banking Hall l’alto palazzo One_King  che ospita il West Hotel and Residence.  Sulla Bay Street nel 1931 venne inaugurato il primo dei  quattro edifici  del west  Commerce con gli altri tre altrettanto alti costruiti nel 1971 che completarono il Commerce Court, continuando le  tre torri che ospitano uffici finanziari e multinazionali nel Bay Centre di Adelaide e percorrendo l’ Adelaide Street  verso l’ incrocio con la lunga Avenue   University  si esce poco ad ovest del Financial District ove si staglia il palazzo Shangri-La che ospita l’ omonimo hotel e residenze. Tra gli altri all’ estremità meridionale del Financial District il maestoso palazzo Royal York di Fairmont che si erge contrastando con gli edifici moderni nel sontuoso stile Chateauesque, da dove continua lo skyline  disegnato dai più alti edifici di Toronto. Oltre gli edifici del Financial District, l’ ormai celebre linea che si staglia di moderna suggestione nel cielo di Toronto,  dal 1976 è dominata dalla Cn Tower che  per oltre un trentennio è stata la più alta al mondo, dal centrale quartiere di South Core, tra gli altri alti edifici affacciati sulle sue animate vie dall’ omonima piazza un tempo nota come Ford Square emerge il complesso di  Maple_Leaf, poco distanti verso il litorale le quattro alte torri del centro residenziale  Pinnacle, sempre nei quartieri centrali,  le due torri dell’ Ice Condominiums at York Centre note come Ice Fce e gli altri alti edifici che ospitano gli uffici della Toronto Dominion Bank group con le sue multinazionali nel Td Centre. Continuando nella Central Toronto, tra gli altri edifici del centro commerciale di College Park e i più vecchi sorti negli anni trenta in stile art dèco, sulla Yonge Street si erge il più alto  residenziale canadese nel moderno Aura , sulla stessa via il complesso residenziale del Minto Midtown anche noto come Quantum, all’incrociodella Yonge con la East Bloor Street l’altro alto edificio residenziale chiamato One_Bloor, continuando per la Bloor Street, ove incrocia con la Bay St. percorsa da sud est  su Charles Street, il lussuoso palazzo residenziale del centro  Manulife,  tra la Grenville e la Grosvenor Street lungo la centrale Bay St., un altro complesso residenziale condominiale è ospitato ove si eleva il grattacielo di Burano, non distanti le Bay Wellington Tower e la  Td Canada Trust Tower del World Financial Center o  Brookfield Place.

Toronto Harbour

Dallo storico distretto centrale di Yonge , l’ omonima Yonge Street taglia i quartieri meridionali fino al lago ove si stende il porto sull’  Harbour di Toronto  che  affaccia sul litorale percorso dalla lunga Front Street  , Jarvis Street continua tra i quartieri della Queens Quay che si estende verso la costa est  in  quello di Bayfront con i vari edifici che affacciano sulla sponda orientale ove si allunga il primo Waterfront Place di  Corus Quay, venendo da ovest la Canada Malting Society nel 1928 sull’ Eireann Quay vi edificò i  vecchi silos  di Malting poi  abbandonati,  continuando sul Queens Quay West si trova il moderno centro Carsen  che ospita il National Ballet of Canada e altre manifestazioni culturali. Percorrendo le lunghe passerelle in legno dei Wave Decks  ove affacciano locali all’ aperto si gode la vista degli edifici affacciati su questa parte del litorale, proseguendo i vecchi magazzini  in art dèco del Terminal Warehouse costruiti nel 1926 ospitano il centro commerciale con negozi e locali del Quay Terminal e su Harbourfront, poco distante dalla stazione sotterranea dei tram metropolitani di Queens si possono raggiungere i quartieri limitrofi. Continuando sul litorale si erge l’ alto e moderno palazzo dell’ Harbour Castle  che ospita il Westin Hotel  tra Yonge Street  e dove dal 1910 parte spinto da ruote a vapore il vecchio traghetto Trillium collegando gli attracchi sul lago,  nei pressi è ormeggiata da decenni la vecchia nave Jadran divenuta il Captain John’s Harbour Boat che ospita locali e l’ omonimo ristorante.  Oltre l’ alto palazzo dell’ One Yonge proseguendo sulla Yonge Street  si trovano i vecchi edifici dello zuccherificio  Redpath costruito nel 1854 per il magnate  Peter Redpath che ospita centri culturali e dal 1888  l’omonimo museo Redpath di storia naturale ove davanti si apre il parco con la spiaggia di Sugar_Beach, mentre dall’ Harbourfront Centre verso ovest si allunga l’altra e  frequentata spiaggia di Hto Park. Sulla sponda settentrionale del lago Ontario ove si apre la vasta   Harbour con il porto, dalla fine del XIX secolo, tra Bay e Harbor Streets venne costruito il The Docks Toronto Island ove i traghetti del  Layton Ferry, allontanandosi dalla baia con un magnifico panorama sulla città,  collegano le piccole isole Hiawatha come dao nativi erano note le Toronto Islands e su una si erge  il faro di Gibraltar che dal 1808 indica la via ai naviganti. Sulla Centre Island, ove si trova l’ Amusement Park di Centreville come frequentato parco di divertimenti,  dalla seconda metà del XIX secolo sorsero ville ed edifici vittoriani come residenze estive che emergono eleganti anche tra i tre isolotti Chippewa o Snug Islands nel Rcyc o Royal Canadian Yacht Club. Sull’ isola di Hanlan Point  dalla la storica lega Maple Leafs del baseball club di Toronto nel 1897 per le partite estive  venne costruito il primo  Stadium  nel parco e dal limitrofo Point Beach si allunga la frequentata spiaggia di Hanlan, mentre nell’ isola di Port George VI  dal 1930 si trova il regionale di Toronto Islands City Airport di  Bishop ove atterrano gli aerei quasi sfiorando il lago con sullo sfondo lo skyline della città e tornando sull’ Harbour la si lascia sulla Hwy 401 che attraversa la regione come  Macdonald-Cartier Freeway oltre il confine nel Quebèc occidentale.


Mappe pdf

Downtown City Map City guide

Articoli Affini

Ti interessa?

Close
Back to top button