West Canada

Attraverso l’Alberta

Al centro del grande West canadese, il vasto e suggestivo territorio che ha percorso la storia dell’Alberta lo si attraversa in affascinati itinerari tra i centri, villaggi e città, magnifici ambienti popolati da una ricca fauna tra le montagne, vallate e pianure percorse da fiumi e ove splendono laghi protette dagli indimenticabili parchi della regione

Cypress County

Dal limitrofo Saskatchewan meridionale, dalla riserva dell’Antelope Canyon che proteggeva la specie dei pronghorn , come sono note le antilopi nordamericane, è stato creato Il National Park di Wawaskesy popolato da altra fauna e e le mandrie di bufali, a nord del villaggio di Nemiscam , fondato come Bingham poi abbandonato venne creato l’omonimo parco di Nemiskam chiuso anch’esso come quello nel territorio centro orientale del Buffalo_Np ed altri dopo la migrazione degli animali. Percorrendo parte della lunga Trans-Canada Highway qui nota come Highway 1 dell’Alberta,si entra nella regione seguendo il corso South del lungo fiume Saskatchewan per il territorio del Saamis o piume d’aquila, come era noto ai nativi Blackfoot ad indicare il copricapo degli sciamani chiamati dai bianchi uomini Medicine. Quando vi giunsero i primi coloni ospitava ancora accampamenti dei nativi per la caccia al bisonte sul South Saskatchewan river e vi sorse un villaggio, poi il centro di quella che divenne la città di Medicine_Hat nel 1883 quando vi fu estesa la linea ferroviaria della Canadian Pacific Railway. poco dopo vi sorsero i primi grandi edifici pubblici e i quartieri residenziali, mentre la Cp Railway con la sua stazione ne fece un nodo per i transiti attraverso le regioni del grande West canadese attirando coloni ed immigrati dopo la scoperta dei grandi giacimenti di gas naturale, fiorita nel XX secolo con le industrie del gas, energetiche e chimiche. Dalla simile storia ed ambiente la limitrofa città di Redcliff, anch’essa polo dell’estrazione petrolifera e gas naturale nella contea di Cypress con i vari villaggi, comunità e cittadine che conservano vecchi edifici del XIX secolo. Estesa tra rilievi e pianure nel territorio di Cypress Hills ove si trovano le suggestive formazioni rocciose che si elevano nell’Indian Head note anche come Badlands Guardian, passando per il National Historic Site di Fort Walsh fondato nel 1875 dal corpo della polizia a cavallo Northwest Mounted Police noto come delle Giubbe Rosse , poco a sud est di Medicine Hat prende nome dal territorio l’ Interprovincial Park di Cypress Hills con un gran varietà di piante e quattordici specie di orchidee endemiche delle praterie e i boschi popolati da uccelli di varie specie come i mammiferi con pipistrelli myotis, toporagno, scoiattoli e roditori di vario genere, donnole, puzzole, porcospini, procioni, tassi, castori, visoni, ermellini, lepri delle nevi, cervi mulo e dalla coda bianca, wapiti, mandrie di bisonti, volpi, coyote, lupi grigi,linci, puma, orsi neri e grizzly. Poco ad ovest in un luogo noto come Aksaysim o sponde scoscese ai nativi Blackfoot e Mek-kio-towaghs o rocce dipinte ai Cree, iniziò la storia di Lethbridge nel 1869, quando i mercanti John Healy e Alfred Hamilton fondarono il centro di Hamilton, divenuto Fort Whoop Up per il traffico illegale di alcolici e da dove partirono alcuni trafficanti assieme a cacciatori di bisonti che in un accampamento di nativi nel 1873 consumarono quello che è ricordata come a la strage di Cypress Hills. Nei pressi di quel villaggio nella seconda metà del XIX secolo sorse la città di Lethbridge divenuta poi la più grande della contea fiorita sui giacimenti di carbone con le prime miniere aperte dall’imprenditore statunitense Sheran nel 1874, monopolizzati poi il decennio successivo dalla potente Coal and Navigation Company del North Western e la città venne ribattezzata con il nome del suo presidente William Lethbridge nel 1882. Del suo passato rimangono edifici storici che affacciano sulle vie del centro della Downtown non molto estesa rispetto a quelli più moderni che diramano per la città, il più vecchio Galt_Gardens venne fondato nel 1909 da una delle prime comunità e ad ovest quella di immigrati cinesi dal 1911 fondò la sua Chinatown.

Waterton Lakes

Da Lethbridge, prendendo l’Alberta Highway Hwy5 nel lembo sud occidentale della regione, si giunge al villaggio di Waterton tra le montagne ove nei pressi dal 1895 venne fondata la riserva divenuta il National Park di Waterton_Lakes in un magnifico territorio che prende nome dallo splendido la lago Waterton e si estende a sud oltre il confine con il limitrofo Montana nel vasto Usa National Park di Glacier. Per gli ambienti variegati che vi si concentrano nel 1979 l’Unesco ha dichiarata questo suggestivo territorio riserva Biosphere del Waterton, dalla tundra alle praterie tra foreste subalpine, boschi, rilievi rocciosi, laghi e paludi in un habitat per la ricca fauna con molte e varie specie di uccelli endemiche di ogni dimensione e rapaci come le testa bianca, roditori, scoiattoli di vario genere e i pika nordamericani tra gli alberi e il sottobosco condiviso con i ghiottoni e le anch’esse qui endemiche marmotte canute hoary. Lungo i torrenti e le sponde del lago i laboriosi castori con le loro tane e le dighe assieme ad altra fauna acquatica e le lontre di fiume r oltre ad altri mammiferi di piccola taglia le timide lepri bianche del genere variabilis e lepri delle nevi. Sulle rocce arrampicano le candide capre delle nevi dal lungo pelo, pecore delle montagne note come bighorn dalle grandi corna ricurve, scendendo i cervi muli dalle grandi orecchie che pascolano assieme ai cervi e i più grandi del genere elaphus canadensis chiamati wapiti tra le radure a gruppi famiglie di e alci moose e, dopo essere stati decimati dalla caccia, sopravvivono le mandrie dei bisonti di montagna canadesi. Tra i predatori numerose le volpi rosse e di altri generi, le liynx canadesi e le più diffuse rosse, originari delle pianure dagli inverni meno rigidi ed adattati all’ambiente i coyote, di taglia più grande cacciano spesso a branchi i lupi grigi settentrionali, mentre solitari cercano le loro prede i leoni di montagna puma, diffusi i baribal come sono noti gli neri nordamericani, oltre i più possenti ed aggressivi temuti grizzly. Da Waterton Lakes poco distante sul fiume Oldman si trova la cittadina di Macleod fondata alla fine del XIX secolo e ribattezzata Fort Macleod nel 1912 per il forte con il presidio della Nwmp o North West Mounted Police da dove le praterie ad ovest vanno verso le Montagne Rocciose per l’Estipah-skikikini-Kots, come i nativi Blackfoot chiamavano la suggestiva scogliera ove facevano precipitare i bisonti che inseguivano nella caccia, divenuto Historic Site dell’Alberta per preservare la storia e cultura dei nativi e proclamato World Heritage patrimonio del’Unesco come Buffalo_Jump o con percorsi nel territorio ed esposizioni.

Il parco dei Dinosauri

Nella valle attraversata dal fiume Red Deer affluente del South Saskatchewan si stende la sud orientale contea di Newell, da un villaggio fondato all’inizio del XX secolo sorse la cittadina di Drumheller nel territorio dalle suggestive formazioni di rocce sedimentarie erose e calanchi chiamate Badlands popolate da una ricca fauna tra monoliti, gole e canyon formate dal tardo periodo Cretaceo in quella che è chiamata la Dinosaur Valley ove vennero scoperti fossili di oltre cinquecento diversi rettili ed anfibi preistorici di varie dimensioni, con una delle più grandi concentrazioni di dinosauri nordamericani. Un vasto e suggestivo giacimento fossile dalle diverse specie di grandi sauri carnivori del Cretaceo con diverse che si estinsero alla fine di quel periodo del genere teropodi, molte tra quelle dotate di possenti corazze o dalla lunga coda erbivori di varie dimensioni ed alcune specie anch’esse erbivore dei più imponenti dinosauri dal lungo collo. Dalla scoperta e gli scavi per ricomporli in gran vennero ospitati nei più grandi musi di paleontologia e poi riuniti nel Royal Museum of Palaeontology di Tyrrell nei pressi della vicina cittadina di Drumheller in una vasta collezione unica al mondo e da dove si accede al Provincial Park del Dinosaur che ne protegge il suggestive territorio dal 1955.

Calgary

Il fiume Elbow dalle sorgenti nelle Montagne Rocciose scorre a valle unendosi al lungo Bow River e alla loro confluenza nel 1875 venne fondato un centro come Fort Brisebois poi ribattezzato Fort_Calgary per il controllo del commercio illegale di alcolici, presidiato dalla polizia a cavallo Royal Mounted Police del Northwest o Nwmp, nel 1885 divenuto stazione e centro della ferrovia Canadian Pacific. Con l’espansione nel secolo successivo divenne la grande città di Calgary come la si trova seguendone la sua storia passata e presente nelle varie communities dei quartieri vecchi e nuovi della città che diramano dallo storico centro per la Downtown, dalla metà del secolo scorso estesa nella parte più moderna ove si ergono la gran parte dei più alti buildings che ne disegnano lo skiline, tra le sue attrazioni assieme a diversi impianti sportivi, centri e nuovi quartieri che sorsero nel 1988 quando la città ospitò le XV Olimpiadi invernali di Calgary. Dal vecchio e popolato distretto di Beltline, per la 26 Avenue sud ovest si trova il quartiere residenziale di Bankview esteso fino all’estremità meridionale ove si allunga l’animata 17th Av., verso il il Bow River per la lunga via Macleod si trova il quartiere di Victoria Park con la grande arena di Saddledome che ospita grandi eventi, nei pressi, fiere, mostre e parate in occasione del grande rodeo di Stampede con le esibizioni di cow boys che attira migliaia di visitatori. Ad est il centro dirama per il Village da dove un primo ponte lo collegava all’isola di St.Patrick con il più antico parco di Calgary St. Patrick Island Park, poi collegato ad entrambe le sponde con il nuovo ponte George King. Continuando lungo il Bow River sul percorso sulla Riverwalk oltre il fiume nel 1916 fu aperto il ponte di Centre Str. che attraverso il Memorial Drive giunge al quartiere di Crescent Heights fondato nel 1908, dall’altra parte lungo Centre Street la comunità cinese all’inizio del XX secolo fondò la sua Chinatown con edifici tradizionali e animati mercati. Poco a nord si trova il quartiere di Eau_Claire fondato nel 1886 che ospitava immigrati norvegesi divenuto il quartiere degli affari, mentre il vecchio East Calgary o Brewery Flats dal 1911 è divenuto quartiere di Inglewood ove si trova il sito di Fort Calgary. Sulla Ninth Avenue edifici storici ospitano locali, centri culturali, e gallerie d’arte, adiacente il quartiere di Bridgeland e da un ponte sul fiume Bow si accede all’isola con l’Island_Park sempre molto frequentato per il suo incantevole ambiente, il vasto Calgary_Zoo e per i i vari eventi ospitati nell’isola. Continuando sul lungo viale del Memorial_Drive, che attraversa il centro o sul panoramico percorso pathway del Bow River, ad ovest lungo la sponda meridionale affaccia il parco di Edworthy e scendendo verso ovest si stende il quartiere di Bowness sorto da un villaggio dalla lunga storia nel territorio lambito dalla valle del Bow ove scorre il fiume che attraversa la città, protetto dal 1911 con il parco di Bowness. Continuando all’estremità meridionale della città si apre il vasto Provincial Park di Fish Creek dal suggestivo ambiente percorso da vari sentieri tra i boschi e lagune popolati da castori, cervi, coyote ed oltre duecento specie di uccelli con al centro il lago Sikome.Verso le Montagne Rocciose a nord est dal centro per Rocky_View, sulla Paskapoo Ski Hil si trova il grande Canada Olympic Park di WinSport e la vecchia comunità rurale divenuta il quartiere periferico di Springbank residenziale con le attrazioni del frequentato parco Calaway, poco distante il trafficato omonimo aeroporto di Springbank. Nello stesso distretto il quartiere residenziale di Castleridge , più oltre il grande e aeroporto internazionale Yyc Calgary, ai margini nord occidentali in un territorio dalla lunga storia iniziata prima della fondazione della città si stende il grande parco di Nose Hill tra boschi e praterie popolati da una ricca fauna.

Rocky Mountain

Lasciando Calgary si stende il vasto territorio ove si concentrano i grandi parchi delle Rocky Mountain canadesi che per il magnifico ed unico patrimonio naturale è stato dichiarato World Heritage Site, mentre poco ad est fin dal 1910 venne creata la Forest_Reserve per proteggere le sorgenti di fiumi e torrenti che scorrono dalle montagne alimentando gran parte delle vaste pianure che si stendono nelle Prairies canadesi. Tra le maestose montagne e vallate percorse da fiumi e torrenti che alimentano i laghi, si stende nella sua suggestione l’ambiente delle Mountain forests dell’Alberta con varie specie di abeti, pini, boschi di betulle popolato dalla ricca flora endemica delle Montagne Rocciose, oltre a pesci ed anfibi nei laghi e torrenti e rettili adattati al clima, varie specie di uccelli di ogni dimensione, come piccoli passeri policromi bombicilla detti garruli per il loro canto e altrettanto colorati passeri frosoni vespertini americani e di altri generi, le grandi oche canadesi branta e varie specie di anatre tra i fiumi e lagune assieme agli uccelli pescatori tuffetto e dal collo rosso. Nei boschi le candide civette delle nevi o barbagianni reali e gufi cornuti del genere Bubo, adattate ai rigidi inverni come le pernici bianche lagopus e i diffusi fagiani nordamericani tetraon, le maestose aquile reali e dal capo bianco, note come le aquile calve. Tra la fauna endemica varie specie di roditori, i piccoli pika settentrionali e scoiattoli, ghiottoni gulo gulo del genere volverine, martore americana martes, endemiche come le istrici del genere cristata, sulle rive dei fiumi e torrenti dalle loro tane ilaboriosi castori modellano le sponde sbarrando le acque con dighe, tra le rocce le pecore delle montagne bighorn dalle maestose corna ricurve assieme alle grandi e candide capre delle nevi dal lungo pelo arrampicate per sfuggire ai predatori. Scendendo più in basso i cervi detti Mule per le grandi orecchie simili per dimensione ed aspetto ai cervi virginiani o coda bianca, nelle radure che si aprono più a valle a piccole mandrie e le alci moose che condividono le terre di pascolo con quelle dei grandi cervi canadesi noti come Elk e diffuse le renne nordamericane chimate rangifer meglio note come caribù. Tra i predatori numerose le più comuni volpi rosse e le volpi grige arboricole chiamate urocioni, originari delle praterie e adattati all’ambiente montano i coyote qui diffusi come i branchi dei nordamericani lupi grigi, le feline linci rosse più comuni e le endemiche lynx canadesi, mentre solitari si aggirano i leoni di montagna coguar meglio noti come puma, spesso appaiono soli o a gruppi famiglie gli orsi neri nordamericani chiamati anche baribal, più diffusi dei possenti ed aggressivi orsi grigi noti come i temuti grizzly.

Jasper National Park

Ad ovest appena oltre il confine con la British Columbia si apre il grande parco di Kootenay dal simile ambiente, flora e ricca fauna del limitrofo che si stende nel National Park di Jasper sul territorio per secoli popolato dai nativi definiti le First Nations dell’Alberta. All’inizio del XIX secolo vi giunsero i primi mercanti aprendovi una delle vie delle pellicce nell’ovest canadese e nel 1813 Jasper Hawes, inviato dalla compagnia Northwest, vi fondò un trading post per commerciare con i nativi, divenuto poi il villaggio che alla fine del secolo fu il centro della cittadina che ne prese il nome di Jasper nel territorio ove venne aperto il Jasper Forest Park nel 1907 intitolato al pioniere, poi esteso e divenuto il Jasper Np. dal 1930 come lo si trova nel suo magnifico ambiente popolato dalla ricca fauna della regione. In parte è attraversato dal fiume Athabasca dalle sue sorgenti tra le Montagne Rocciose nel maestoso omonimo ghiacciaio di Athabasca scorrendo in un magnifico ambiente per poi precipitare nel grande e suggestivo salto che ne prende nome come cascate dell’Athabasca. Scorrendo a nord ovest diventa sempre più maestoso attraverso lo splendido lago Medicine ove nei pressi riceve le acque del suo affluente che scorre come fiume Maligne dopo che questo è entrato ed uscito dallo specchi cristallino dell’omonimo lago Maligne. Nelle maestose Rocky Mountains canadesi ha le sue sorgenti anche l’altro fiume Smoky attraversando il parco Jasper per continuare co nel limitrofo Wilderness Park di Willmore, confluendo poi nel corso dell’altro grande e lungo fiume Peace che scorre a nord est dalla limitrofa British Columbia, mentre ad ovest il Tonquin Creek attraversa la valle di Tonquin entrando nel territorio oltre il confine ove si apre il Provincial Park del Mt.Robson, passando per le due spettacolari cascate di Sunwapta. Lungo i confini orientali affaccia la distesa ove si inseguono i ghiacciai nell’Icefield di Columbia che si innalzano maestosi percorrendo la panoramica Alberta Highway Hwy 93, nota anche come Icefields Parkway o Windermere Parkway di Banff. Adiacente al Jasper nella regione orientale dalle Rocky Mountain, nota come Foothills, dal Wildland Park di Kakwa si estende ad est un suggestivo territorio per il più vasto Wilderness Park di Willmore tra i boschi subalpini di abeti, pini e betulle popolati da uccelli ed altra fauna endemica delle Montagne Rocciose come marmotte, capre, caribù, cervi, alci, linci, coyote, lupi, puma, orsi neri e grizzly.

Yoho e Bow Valley

Lasciando il Jasper con il suo indimenticabile territorio, si prende la panoramica Highway 1a dell’Alberta, nota come la Bow Valley Parkway, dalla catena dei monti Waputik si estendono gli omonimi e splendidi ghiacciai di Waputik, dal Daly Glacier scorre un torrente che precipita nelle alte cascate di Takakkaw, mentre ricevendo le acque dei suoi affluenti il fiume Yoho scorre a sud attraverso il magnifico territorio protetto dal National Park di Yoho che ne prende nome tra boschi montagne e vallate percorse da fiumi popolate dalla ricca fauna della regione. Da una parte dominato del monte Goodsir con le sue due torri North e South che si ergono scolpite nella roccia, il monte Wapta e il vicino Vice President con poco a sud il più alto Burgess, si stagliano nel suggestivo scenario per l’indimenticabile spettacolo del lago Emerald che splende dall’intenso turchese. Poco oltre il Mt.Stephen si eleva innalza per tremiladuecento metri dominando il corso del Kicking_Horse che sgorga dal piccolo Wapta Lake tra le cataratte di Brook e Blue Creek, unendosi poi al fiume Kootenay scorrendo oltre il confine con la British Columbia ove si apre il National Park di Kootenay sempre nel grandioso ambiente della regione. Da un lato Montagne Rocciose si apre la Wilderness Area del Ghost River, dall’estremità meridionale del Jasper quella di Siffleur e continuando nella maestosa catena la vicina Wilderness Area di White_Goat. Tutte riserve tra le montagne ove si aprono vallate glaciali, laghi e torrenti che precipitano in cascate tra i boschi più a nord e le praterie a sud popolate anch’esse da una ricca fauna come i limitrofi parchi, oltre varie specie di uccelli e rapaci, roditori e scoiattoli di vario genere,marmotte, ghiottoni, capre di montagna, pecore bighorn, caribù, cervi muli e dalla coda bianca, alci, coyote, lupi grigi, puma, orsi neri e possenti grizzly. Dal maestoso Miistukskoowa, come i nativi chiamavano il Mt.Castle, sgorgano le sorgenti del torrente che scorre a sud est come Johnston tra le montagne che si innalzano nella catena dei monti Sawback continuando più a sud attraverso la suggestiva gola del Johnston Canyon divenendo un’affluente del fiume Bow dal corso in parte dominato dalla maestosa catena montuosa del Bow che ne prende nome sul confine della British Columbia.

Banff National Park

Dal centro sorto dal villaggio di Lake_Louise, fondato nel 1890, si accede al frequentato ed omonimo lago Louise che splende nella suoi suggestivi riflessi di smeraldo da dove le suggestioni di questo magnifico territorio continuano nel vasto National Park di Banff. Tra boschi e vallate dalla lussureggiante flora, percorse da fiumi e torrenti sempre popolati dalla ricca fauna_canadese con la gran varietà di specie endemiche che qui si concentrano più che altrove,lungo la catena montuosa del Bow sul confine della British Columbia si apre la splendida valle di Ten Peaks che, come un suggestivo anfiteatro con al centro il lago Moraine, dominata dalle dieci montagne che si inseguono dal Mt.Fay ad ovest con i vicini Mount Little, il Bowlen e il Monte Perren continuando con il picco del monte Allen e il Peak Seven o Shagowa come è anche chiamato il monte Tuzo, è stata ribattezzata a Deltaform Mountain quella che ai nativi era nota come la montagna Saknowa, mentre il Peak Nine conserva l’antico nome di Neptuak ed infine il Ten Peak che si erge sul monte Wenkchemna. Più oltre la catena del Bow Range continua con il il monte Babel, l’Eiffel Peak e tra i torrenti Paradise Creek e Morena Creek si staglia il il monte Temple che domina il paesaggio occidentale. Dallo splendido lago Bow circondato da boschi tra le montagne, nei pressi scorre l’omonimo Bow River che poco a nord si incontra con il suo affluente Kananaskis ove si stende il territorio protetto dal Wildland Provincial Park di Bow Valley dominato dal Mount John Laurie anche noto con l’antico nome nativo di Yamnuska o muro di pietra che domina la vallata e i boschi popolati da uccelli di varia specie e rapaci, falchi, aquile e maestose aquile reali oltre altra fauna endemica delle Rocky Mountains come topi muschiati, scoiattoli, castori, pecore bighorn, cervi, alci, orsi neri, lupi e puma.

La regione di Edmonton

Dai suggestivi territori occidentali attraverso il parco di Jasper con il limitrofo e più vasto di Banff, si continua a nord della città di Calgary, attraverso i vecchi centri, villaggi e città della sua vasta regione Central fin dove nel 1795 i Coureur des bois franco canadesi su una delle Vie delle pellicce nel nord ovest fondarono Fort des Prairies per il commercio con I nativi ribattezzato poi dai britannici Fort Edmonton.Più volte ampliato nel XIX secolo lasciandone i resti e molti in gran parte fedelmente ricostruiti con ambienti e personaggi nell’omonimo Historic Park di Fort_Edmonton. Da quel primo centro che collegava i grande trading post sorto nella Hudson Bay attraverso i vasti territori del West canadese alla costa sul pacifico della British Columbia, iniziò la storia di Edmonton come città quando, con l’estensione nell’Alberta meridionale della Cp Railway nel 1891 venne aperta la linea ferroviaria ferrovia C & E o Calgary and Edmonton Railway che la collegava a Calgary e sulla sponda meridionale del North Saskatchewan sorse la cittadina ferroviaria South Edmonton Strathcona attirando imprese dalle regioni orientali, coloni per i terreni agricoli ed immigrati dai vicini Stati Uniti e i paesi europei, mentre la città fioriva come grande centro commerciale ed agricolo regionale. Dalla seconda metà del secolo scorso si è stesa come la grande città di Edmonton divisa in sette vasti distretti dai vecchi e nuovi neighbourhoods o quartieri come li si trovano con le vie ove affacciano diversi edifici dell’epoca assieme ai più moderni che diramano dal più antico centro della Downtown. In gran parte attraversata dalla lunga Avenue Jasper ove affacciano gran parte degli edifici storici considerati Heritage di Edmonton ed alcuni dei moderni più alti edifici e grattacieli noti come i tallest buildings della città che ne disegnano lo skiline, verso ovest si stende il distretto di Ice dai moderni edifici e i numerosi impianti sportivi come la grande arena con lo stadio di Rogers_Place, mentre parte della Downtown accede alla North Saskatchewan River valley con la vasta area verde del parks_system con i vari parchi e giardini della città. Dalle periferie di Edmonton come una delle più popolate dell’Alberta si stende la sua vasta regione Metropolitan tra varie città, centri e villaggi all’interno del cosiddetto Corridor di Calgary-Edmonton attraverso il territorio tra le due città, l’Alberta Highway Hwy-16 corre su parte della regione metropolitanacollegata al percorso noto come Yellowhead che attraversa la periferia occidentale. A nord est lungo il fiume a la Royal Canadian Mounted Police del nel 1875 fondò un suo presidio con un fortino , all’inizio del XX secolo divenne la città di Fort Saskatchewan che conserva edifici dell’epoca, continuando poco a sud sulle colline del castoro o Amiskwacity, come i nativi chiamavano le Beaver Hills verso le grandi praterie ove un tempo pascolavano le mandrie di bisonti, il territorio è protetto dal National Park di Elk Island popolato da una ricca fauna con varie specie di uccelli endemici della regione come swassi dal collo rosso, cormorani crestati, cigni trombetta, pellicani bianchi americani, tarabusi, grandi aironi blu, falchi dalla coda rossa, oltre a preservare i bisonti rimasti tra i mammiferi roditori, scoiattoli, toporagni, castori, alci Elk e Moose, cervi mulo, coyote, linci, lupi grigi e orsi neri.

North Alberta

Da Edmonton e la sua vasta regione Metropolitan, continuando a nord il territorio del Peace River si stende dall’Alberta nord occidentale alle Montagne Rocciose fino ai confini nord orientali della British Columbia e verso ovest, all’estremità occidentale del grande lago Athabasca, nel 1788 venne fondato il più antico centro dell’Alberta settentrionale con il forte di Chipewyan, divenuto nel secolo successivo l’omonima cittadina di Fort Chipewyan, che ha lasciato la sua memoria nel National Historic Site di Old Fort Point. Nei pressi si apre il Delta del Peace-Athabasca come uno dei più vasti al mondo, per il suo magnifico e variegato ambiente dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco, così come il grande Wood National Park di Buffalo che si stende poco a nord ovest per le praterie a proteggere la più gradi mandrie rimaste di Wood_bison, come sono chiamati i bisonti canadesi che rischiavano l’estinzione. Qui pascolano come un tempo nel suggestivo territorio che continua ad est sul confine della regione Northwest Territories ove si trova Fort Smith sorto da un vecchio centro fondato all’inizio del XIX secolo su una delle Vie delle pellicce del nord ovest, anch’esse parte dei percorsi nella storia dell’Alberta e il suo affascinate territorio da dove continuare gli itinerari per le regioni del vasto West canadese.


Guide mappe pdf

Alberta Parks guide

Articoli Affini

Ti interessa?

Close
Back to top button