West Canada

Saskatchewan

Nel vasto West  canadese ad ovest del limitrofo Manitoba, tra pianure ed altopiani ammantati di foreste e boschi attraversati da fiumi che alimentano laghi, si stende  il territorio del  Saskatchewan ove scorre il kisiskāciwani-sīpiy o fiume che scorre rapido come era chiamato dai nativi  il grande fiume Saskatchewan  che dà nome alla regione, nasce dalla confluenza del  North Saskatchewan con il South  Saskatchewan nel vasto incrocio fluviale del Forks scorrendo assieme  per sfociare nel grande lago Winnipeg in Manitoba   attraverso rilievi e vallate solcate da altri fiumi e torrenti, lagune e boschi popolati da una ricca fauna. L’ affluente North scorre a lungo verso sud dalle sorgenti tra  le  Montagne Rocciose canadesi note come Rockies ove, dai monti più a sud in Alberta  della catena sgorga l’ altro fiume Bow che scorre a lungo verso nord per oltre milletrecento chilometri divenendo l’ affluente South dello Saskatchewan,  per secoli vie di trasporti e commerci dei nativi e dal XVII secolo lo divennero per i traffici europei sulle Vie delle pellicce canadesi in questa regione.La lunga storia del Saskatchewan iniziò quando fu popolato da cacciatori nomadi paleo indiani, molto più tardi divenne territorio degli Assiniboine originari delle Grandi pianure assieme alle tribù canadesi del  grande popolo Cree, gli Anihšināpē ribattezzati dai primi esploratori francesi Saulteaux definiti  popolo delle rapide e le comunità di stirpe e lingua Athabaskan dei Dene, dopo l’arrivo degli europei alla fine del XVII secolo in parte riuniti nella Confederazione di Ferro o  Nèhiyaw. Il territorio lungo il corso del  fiume era chiamato dai nativi kistahpinanihk o luogo di incontro, come altri nella regione fu raggiunto  nel 1692 dall’ esploratore e mercante di pellicce  britannico Henry Kelsey che iniziò a commerciare con i nativi per conto dell’  Hudson’s Bay Company fondata nel 1670 e nota come The Bay, aprendo anche qui i percorsi canadesi sulle prime Vie delle pellicce e per tali commerci da est giunsero poi alcune comunità delle tribù riunite nella potente confederazione Irochese. Sempre per conto dell’ Hudson Bay Company il territorio fu attraversato da Anthony_Henday, che fu uno dei primi ad esplorare il nord ovest canadese, seguirono le spedizioni dell’ esploratore francese Pierre Gaultier de Varennes sieur di La_Vèrendrye  a metà del XVIII secolo, assieme a quelle guidate da  Louis_La_Corne  inviato nella regione a Pasquia sul basso corso del Saskatchewan ove sorgeva il forte Paskoya con il suo centro che estese, fondando poi l’altro Fort Saint-Louis ribattezzato con il suo nome come forte di La_Corne e lasciando il corso del Saskatchewan a valle esplorò quello del fiume  Carrot . Nello stesso periodo Il Saskatchewan fu attraversato dall’ esploratore e naturalista britannico Samuel_Hearne durante una delle sue spedizioni nel nord canadese fino all’ artico e da  Peter Pond nei suoi viaggi per aprire nuove vie nel  commercio di pellicce e che a Montreal nel  1779 fu tra I fondatori della compagnia canadese  North_West,  durante le spedizioni  per esplorare e mappare vaste regioni nordamericane vi giunse anche l’ esploratore e cartografo  David Thompson , chiamato dai nativi Koo-Koo-Sint o Osservatore di Stelle. Oltre  ai forti e i centri coloniali, i  franco canadesi aprirono alcuni avamposti  periodici nel Saskatchewan, ma il primo centro stabile venne fondato nel 1774  dalla Hudson’s Bay Company a Cumberland nel territorio nord orientale, ne seguirono altri britannici in tutta la regione e da alcuni di essi sorsero poi villaggi e cittadine. Nel 1857  I fiumi North e South Saskatchewan furono percorsi dal geografo ed esploratore britannico John Palliser che li descrisse per tracciarne le mappe, mentre iniziavano a giungervi coloni ed immigrati,  dopo una lunga contesa  nel 1870 l’ Hudson’s Bay Company lasciò i suoi diritti sulla vasta regione orientale della Rupert’s_Land , ceduta al governo canadese come Northern Territory,  ove gran parte dei nativi lasciarono le loro terre per le riserve mentre altri,  assieme ai Metis di discendenza mista franco canadese indiana,  dal 1884 per un anno insorsero nella rivolta guidata da Louis Riel, estesa nelle regioni nord occidentali come la grande ribellione del North West . Dopo la repressione nel Saskatchewan giunsero altri coloni anglofoni nel XIX secolo e con i collegamenti della  ferrovia Canadian Pacific  Railway o Cpr  immigrati europei,  dai vecchi villaggi sorsero cittadine e centri agricoli  nel Lowlands centrale e il  Great Plains  noto come il triangolo di  Palliser  a sud ove all’ inizio del XX secolo gli agricoltori si riunirono in cooperative che fiorirono fino alla  Grande Depressione del 1929 e una devastante siccità con la diminuzione della popolazione,  ripresa solo dopo la seconda guerra mondiale. Nel 1944 venne eletto Premier del Saskatchewan e poi più volte ministro della regione Tommy Douglas,  tra i fondatori nel 1932 della federazione Cooperative Commonwealth o Ccf, divenuta il Canadian Social Democratic Party nel 1955, unito sei anni dopo con il Canadian Labour Congress per fondare il nuovo partito socialdemocratico Nd Party. Per un ventennio il governo socialdemocratico  di Douglas introdusse grandi riforme sociali garantendo istruzione e salute pubblica oltre ad accogliere le rivendicazioni sindacali, istituendo la Federation Saskatchewan Indian Nations nota con la sigla Fsin, divenuta la più attiva ed efficace organizzazione canadese  per i diritti de nativi.

Regina

Nel territorio meridionale da un vecchio villaggio venne fondata la città di Regina nel 1882,  proclamata sede del governo locale poi divenuta capitale del Saskatchewan, la storia di Regina  è raccontata dal vecchio centro da dove diramano le vie attraverso i vari distretti con i quartieri  storici e residenziali. Nel 1883 con uno sbarramento del torrente Wascana fu creato il lago artificiale che ne porta il nome, con  le sponde meridionale e settentrionale collegate dal ponte  Albert ed attorno nel 1912  è sorto il cuore della città con il  vasto centro di Wascana che contiene i parchi con i monumenti e le vie ove affacciano  gran parte degli edifici e i palazzi considerati  historic della città sorti in città per tutto il XX secolo. In stile Beaux Arts il maestoso palazzo Legislative  inaugurato nel 1912 ospita il governo dell’  Assembly of Saskatchewan con davanti iL Queen Elizabeth II Garden che si stende con i suoi giardini fioriti a ricordo della prima visita della regina nella regione e poco ad ovest si erge il War Memorialcon il monumento che ricorda i caduti del Saskatchewan nelle guerre mondiali.  Sulla sponda orientale del lago gli edifici del Powerhouse dal 1914 ospitano il museo Science, mentre la  grande collezione di storia naturale della regione è ospitata nel palazzo del museo Royal del Saskatchewan fondato nel  1906. Al centro dell’ omonimo quartiere si stende il Victoria_Park  ove  tra gli altri palazzi dal 1932 affaccia Il grande edificio dell’ hotel Saskatchewan , da Victoria Avenue ove incrocia Lorne Street la presbiteriana Metropolitan United Church di Knox , qui spostata dalla prima sede in Scarth Street negli edifici di Prince_Edward  inaugurati nel 1907 che ospitarono a lungo le poste  per decenni e dal 1967 il teatro Globe . Sulla Piffles Taylor Way affaccia il grande stadio di Taylor Field che oltre quelli sportivi  nel’ arena ospita eventi di vario genere,  proseguendo per Lakeshore Drive si innalzano i moderni edifici di Conexus con l’ Art Centre, proseguendo sul viale Dewdney  si trovano quelli inaugurati nel 1891 che ospitano la House del Saskatchewan Government. Sulla vecchia South Railway Street il sontuoso palazzo che ospita il Casino di Regina è stato a lungo la stazione inaugurata nel 1912 in stile Beaux-Arts, nel West End sulla 13th Avenue la cattedrale cattolica di Holy_Rosary aperta nel 1917 in stile neogotico simile a quella  non distante dal centro della grande  cattedrale anglicana di St. Paul e proseguendo nell’East End sulla Victoria Avenue ove si trova la chiesa ortodossa.

Saskatoon

Lasciando Regina sulla lunga Highway di Yellowhead , che attraversa le regioni del sud ovest canadese, in un ansa del fiume South Saskatchewan nota come sâskwatôn dai nativi Cree, da un vecchio villaggio nel 1882 venne fondata la città di Saskatoon estesa nel XX secolo divenendo la più grande nella regione del Saskatchewan. La storia di Saskatoon dalla sua fondazione a come la si trova è raccontata dai sessantacinque quartieri della città,  dal più antico e centrale che conserva il vecchio nome di Nutana ove sulle vie affacciano  vari edifici con alcuni risalenti a quando era un villaggio,  come il vicino Riversdale  da dove diramano gli storici percorsi. Lungo la sponda orientale del fiume  si trovano gli edifici dell’ University di Saskatchewan fondata nel 1907 e poco distante alcune facoltà sono ospitate nel grande palazzo di  MacKinnon in stile neogotico elisabettiano inaugurato nel 1910. Continuando dal centro sull’ Avenue Broadway,  oltre il fiume South Saskatchewan  dall’ omonimo ponte  di  Broadway  , verso sud  ospita altri storici quartieri fino al più recente ed elegante residenziale di Avalon, mentre dall’altra parte nel distretto centro orientale si trova quello di Sutherland . La città di Saskatoon è anche definita come Crown per aver da sempre ospitato I regnanti  e la famiglia della corona Britannica nelle loro visite, spesso nel  lussuoso albergo  Delta di Bessborough aperto nel 1935, sulla sponda occidentale del fiume South Saskatchewan si apre il Districtdel Central Business con i vari edifici che ospitano centri commerciali e culturali, uffici e alberghi. Nei pressi del grande centro commerciale di  Midtown , sorto sulla vecchia stazione della Canadian Northern Railway del XIX secolo,  si trova  il grande Saskatoon Centennial Auditorium di Tcu Place con l’Art Centre, proseguendo per l’ adiacente quartiere residenziale City Park con i suoi giardini, si trova il centro culturale della galleria  Mendel  e una delle sedi della o First Nations University of Canada o FnUniv , da dove si stendono i quartieri periferici della Saskatoon Development Area nel  distretto Sda.  Poco a nord dal centro nei pressi della sponda occidentale del fiume South Saskatchewan, la memoria e la storia dei nativi della regione è conservata nell’ Heritage Park di  Wanuskewin dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco, mentre fin dalla sua fondazione la città ospita una grande comunità di Métis , discendenti  dall’ unione  di coloni con i nativi, diffusi tra i non distanti centri nel territorio del  Southbranch poco a nord, ove la memoria del  conflitto tra i Mètis e il governo locale del 1885 si trova nell’ historic site che ricorda la battaglia Batoche, altre comunità si trovano  a Prairie Ronde  più a sud e nei pressi del villaggio di  Dundurn da dove continuando poco ad est si trova il lago artificiale che ospita il Provincial Park di  Blackstrap, ad una trentina di chilometri sud ovest  adagiato sull’ omonimo lago si trova l’altro parco  di Pike Lake.

Prince Albert

La lunga Saskatchewan Highway Hwy 11 collega le tre più grandi città della regione attraverso i loro territori tra villaggi, storici centro e parchi naturali sul percorso del Riel Louis Trail, dalla più meridionale Regina che ne è la capitale  passando per centrale e  la più popolosa Saskatoon fino a Prince Albert. Nel territorio centro settentrionale ove si stende la pianura di White Fox nel Saskatchewan Lowlands, i nativi Cree chiamavano kistahpinanihk o luogo di incontro ove venne fondato un  primo centro  da Peter Pond nel 1776 inviato dell’ Hudson’s Bay Company per il commercio di pellicce. Dalla prima metà del XIX secolo il territorio era frequentato dai cacciatori Mètis di bufali e bisonti, nel 1862 sorse il villaggio che ebbe tra i fondatori  James_Isbister, rappresentante della comunità di Mètis anglofoni  noti come Countryborn, nati dall’ unione di nativi con mercanti di pellicce scozzesi e coloni britannici, che in onore del principe consorte della regina Vittoria  venne ribattezzato come la città di Prince_Albert. Fu anch’ essa protagonista della cosìdetta ribellione di Red_River del 1869 repressa dopo un anno di conflitti scatenata dal governo provvisorio guidato da Louis Riel contro l’autorità canadese e l’ arrivo di altri coloni anglofoni nella regione. Nel 1884  James Isbister e William Henry Jackson noto anche come  Honorè Jackson , che era stato al fianco di Louis Riel nella rivolta del 1869, aiutarono Louis Riel a tornare dall’’ esilio negli Stati Uniti per riorganizzare il governo provvisorio del Saskatchewan e la nuova insurrezione con la rivolta nota anche come la rebellion del  Northwest nel 1885,  fornendo milizie di volontari che parteciparono  decisiva  breve battaglia di Duck_Lake, dopo una serie di scontri con la definitiva sconfitta dei Mètis. Nel 1890  Prince Albert venne collegata alle città della regione dalla  ferrovia Qu’Appelle, Long Lake and Saskatchewan Railroad della Steamboat Company o Qlsrsc, poi legata alla Canadian Northern Railway favorendo commerci e l’arrivo di immigrati nel secolo successivo estendendosi come la si trova diramando dalla Downtown e il Central Business District.

I siti storici

Dalla fine del XVIII secolo e gli inizi del successivo sorsero vari avamposti e fortini per il commercio di pellicce sul Saskatchewan con diversi ce hanno lasciato i loro resti come National Historic Sites in un percorso nel nord est della regione. Ove si trova la città di Nipawin sul Saskatchewan river, dopo le spedizioni diPierre Gaultier deVarennes sieur di La_Vèrendrye che esplorò la regione, i francesi lungo il fiume fondarono l’avamposto con il forte La Jonquière nel 1761 e due anni dopo il Fort St.Louis, ribattezzato poi Fort des Prairies ed infine La Corne,  in onore del commerciante di pellicce e militare Louis de la Corne, Chevalier di La_Corne, che ha lasciato i suoi resti come National Historic Site e poco distante, come avamposto per il commercio di pellicce, nel 1795 l’ Hudson’s Bay Company vi fondò Fort_Carlton poi abbandonato  e ricostruito come Historical site. Sul corso del North Saskatchewan river sempre la Hudson’s Bay Company nel 1830 fondò  Fort Pitt con il suo centro per il commercio di pellicce in un territorio ricco di bisonti per l’ approvvigionamento, spesso il conflitto con Blackfoots, come vennero ribattezzati i nativi riuniti nella confederazione Niitsítapi delle pianure-centrali fino all’ esaurimento delle mandrie di bisonti  nella seconda metà del XIX secolo. Nel 1885 vi fu combattuta la  battaglia di Fort_Pitt durante i conflitti nella regione canadese occidentale in quella che fu definita la rivolta del Northwest  contro il governo centrale da quello locale del popolo  Mètis assieme a nativi delle tribù  Cree e Assiniboine guidata da Louis Riel, poi duramente repressa e la memoria con i resti dei due  forti sono conservati nel National Historic Site di Fort Pitt. Sul confine con l’ occidentale regione dell’ Alberta si trova l’ Interprovincial Park di  Cypress_Hills sull’ altipiano che si eleva sulla prateria fino a Mountains Head ad ovest e dall’altra parte si estende sul torrente di Battle in un suggestivo ambiente che si allunga sull’altipiano e i colli del  Cypress  dalla flora endemica con centinaia di specie e quattordici di orchidee, popolato da una ricca fauna tra varie specie di uccelli e mammiferi dai più piccoli roditori ai grandi cervi mulo e dalla coda bianca, wapiti,  pronghorn e bisonti. In questo territorio dalla comunità di Elkwater sulla sponda meridionale dell’ omonimo lago un percorso porta al sito storico di Fort_Walsh fondato nel 1875 due anni dopo che cacciatori di bisonti  e trafficanti di alcolici attaccarono un accampamento di nativi in quello che è ricordato come Il massacro di Cypress Hills. Alla confluenza del torrente Battle Creek con il North Saskatchewan venne fondato il centro con il forte di Battleford su un vecchio villaggio rimasto come Historic Site nei pressi dell’ omonima cittadina di  Battleford  che conserva la sua storia nei vari edifici dell’ epoca, nel territorio ove dal  1770 sorsero vari centri protagonisti nella storia del Northwest.Fondati dall’  Hudson Bay Company sulle vie che li collegavano attraverso  Battleford, come il percorso del Red_River dall’ omonima colonia nota come Selkirk Settlement al centro di Fort_Garry , che ha lasciato i suoi resti protetti dall’Heritage Provincial Park,ove poi  sorse la città di Winnipeg in Manitoba. Nel territorio nord orientale dal vecchio villaggio dei nativi  Cree di Waskahikanihk è sorta la più antica comunità dei coloni in Saskatchewan fondata nel 1774 come Cumberland House su una delle vie delle pellicce nell’ovest canadese collegato per il fiume Saskatchewan al lago Winnipeg e ad est alla Hudson Bay, all’inizio del XIX secolo Cumberland divenne un centro  delle piste a sud ovest che si collegavano per il percorso più occidentale dell’ Oregon trail attraverso le Montagne Rocciose canadesi, nei pressi la  Hudson’s Bay Company fondò un centro con una polveriera che ha lasciato i suoi resti protetti dall’ House Provincial Park di Cumberland.

I parchi del Saskatchewan

Tra i vari parchi e riserve del Saskatchewan  con le altre protected areas,  nella regione sud occidentale dal villaggio di Val_Marie  fondato nel 1910 si accede al limitrofo National Park di Grasslands che si stende tra le suggestive e vaste praterie tra i calanchi del Rock Creek e le  formazioni rocciose del Mile Butte ,attraversate dal fiume Frenchman verso il confine statunitense del Montana, dalla tipica vegetazione e fauna  delle adiacenti  Great_Plains settentrionali,  popolate da varie specie di rettili, molte di uccelli delle praterie e rapaci, oltre mammiferi come furetti, ghiottoni, coyote, volpi, alci, orsi neri americani e mandrie di bisonti. Qui nel territorio delle Badlands Killdeer sul confine  il geologo  Mercer Dawson  nel 1874 scoprì i primi vasti resti di fossili e dinosauri del West Canada e tre anni dopo vi trovò rifugio il celebre capo Tatanka Yotanka noto come Toro Seduto con migliaia dei suoi guerrieri Lakota e Dakota della grande nazione Sioux dopo aver sconfitto il generale Custer in Montana nella battaglia del Little Bighorn. Continuando nel territorio occidentale Il fiume battezzato dai francesi Qu’Appelle scorre a sud ovest sbarrato da una diga  che ha formato il  Lago Diefenbaker ove, all’ estremità orientale tra il lago e Coteau Bay,l’ambiente è protetto dalla riserva con il parco di Danielson e dall’altra parte si stende ad ovest il più grande Provincial Park di Landing. Lasciando la città di Prince Albert per la  Saskatchewan Highway Hwy 2 a nord,  con la provinciale Highway 263 ad un’ottantina di chilometri si entra da sud est nel vasto  National Park di  Prince Albert che, fino alla sua fondazione nel 1980 il parco Grasslands  ne era l’ estensione meridionale, anch’ esso dalla lunga storia, come il National Park di Riding_Mountain nel limitrofo Manitoba, per la sua costituzione ebbe protagonista il trapper e naturalista Archibald Stansfeld Belaney noto come Grey_Owl negli anni trenta del secolo scorso dal suo sperduto ritiro sul lago Ajawaan.Il Prince Albert si trova all’ estremità meridionale della foresta boreale  canadese che si stende  con i rilievi e vallate percorsi da fiumi e torrente tra il North Saskatchewan river e verso il limitrofo Manitoba il  Missinipi o grandi acque,  come i nativi Cree chiamavano  il fiume Churchill, mentre più a sud la foresta si trasforma in conifere di pini, abeti e  boschi di Aspen. Popolato da una ricca fauna, Il parco ospita gran parte delle specie di  uccelli tipici della foresta boreale nordamericana, oltre a cormorani, oche ed anatre canadesi e grandi aironi blu tra i laghi, il fiume con i suoi affluenti e i torrenti attraverso boschi e praterie animati da castori, lontre, tassi, scoiattoli di vario genere, volpi rosse, alci,  cervi coda bianca, coyote, orsi neri e mandrie di bisonti. A nord ovest nel lago  Athabasca si apre il delta del fiume William  sulla sponda occidentale e ad est quello del McFarlane ove nei pressi il villaggio di Fond du Lac ospita i discendenti dei nativi di stirpe e lingua Athabaskan settentrionale  noti come Dënesųłı̨né o Chipewyan che popolavano questa regione. Lungo la sponda meridionale in un ambiente suggestivo  si stende l’ Athabasca Provincial Park di Sand Dunes  con la più settentrionale formazione di grandi dune al mondo dalla flora endemica e popolate da uccelli acquatici. Verso la limitrofa regione del Manitoba nel territorio occidentale, un percorso porta  alla città di Moosomin che conserva parte della sua storia con  poco a sud il sito storico della Demise di Colony fondata nel 1882 dal capitano Edward Michell Pier con il Manor Provincial Park di Cannington, Nello stesso territorio orientale si apre la valle attraversata dal fiume  Assiniboine  che attraversa le grandi praterie canadesi dell’ ovest. Ove si unisce con il suo affluente Whitesand, all’inizio del XX secolo venne fondata la città di Kamsack su un vecchio villaggio verso il confine con il Manitoba e poco ad est si apre il Provincial Park di  Duck_Mountain. Al limite meridionale della foresta boreale che qui si trasforma in boschi di abeti, pini, pioppi e betulle von la limitrofa Duck Forest popolata da una ricca fauna oltre a varie specie di uccelli, cervi coda bianca, alci, linci, coyote, orsi neri ed altra fauna endemica canadese in gran parte concentrata attorno lo splendido lago Madge  nel cuore del parco da dove continuare un affascinante itinerario ad est per il Manitoba o  ad ovest per le altre regioni che si stendono nel vasto West Canada.

Articoli Affini

Ti interessa?

Close
Back to top button