Vie del Cristianesimo

Vie del Cristianesimo


L’ unicità di Dio e assieme Trinità di Padre, Spirito Santo e Figlio incarnato in Gesù e portatore del verbo a redimere l’ umanità, è fondamento del cristianesimo che è la religione più diffusa nel mondo nelle sue tre forme Cattolicesimo, Protestantesimo e Ortodossia. L’ origine è derivata dall’ ebraismo e ne condivide la Bibbia come sacro testo ispirato da Dio, ma diviso nell’ Antico Testamento e il Nuovo Testamento che annuncia la “buona novella” Vangelo attraverso la vita terrena di Gesù Cristo. La complessità e l’articolazione storica, teologica e geografica del mondo cristiano condiziona l’ individuazione delle principali vie di diffusione a differenza delle altre grandi religioni ,  in alcuni casi coincidono come quelle in  Medio oriente precedentemente seguite dall’  ebraismo  e posteriormente dall’islamismo .  Ad oriente la diffusione del cristianesimo ad opera di missionari sulle antiche vie dell’Asia con i vari predicatori, poi i Nestoriani che già nel VII secolo avevano raggiunto la Mongolia evangelizzando alcune tribù. Sulle vie di viaggi ed esplorazioni seguirono per tutto il medioevo le figure di viaggiatori mercanti, missionari in  Asia occidentale per il  Cathay  cinese e l’ India quindi gli evangelizzatori a seguito delle varie colonizzazioni europee  dall’ Africa all’Asia orientale, dall’ America all’ Oceania.In occidente, dopo che il cristianesimo divenne religione dell’ Impero Romano ad opera di Costantino, sorsero chiese e santuari in Italia e in tutta  Europa, poi le vie di diffusione del cristianesimo dei monaci che evangelizzarono la loro Irlanda e poi la Scozia  dove sorse Edimburgo e la medievale Inghilterra, dei normanni dopo la loro conversione seguendo alcune antiche rotte dei Vikinghi, per la via baltica convertendo i popoli della Lituania, la Lettonia e l’Estonia, più a est gli itinerari slavici dalla  Romania e la Moldavia  fino alla Russia.

Nella grande espansione  cristiana  in Europa il monaco irlandese Colombano  agli inizi del VII secolo fondò l’ Abbazia  ove sorsero poi altri luoghi sacri e se ne diffuse la fama come Colombano  di Bobbio, che divenne  il centro della pellegrina  Via degli abati , collegata alle altre  che scendevano nelle terre italiche,  passavano per i domini bizantini  che dall’ Esarcato di Ravenna controllavano i passaggi tra gli Appennini ad est e le vie romane tra Florentia e Faenza nonché la adriatiche via   Flaminia e la Popilia  Romea. Dal secolo settimo nei domini  longobardi a collegare la capitale Pavia coi suoi ducati se ne fecero altre sulle antiche vie romane tra la pianura padana e Roma. Ai viaggiatori e commerci longobardi ben presto s’ aggiunsero pellegrini d’ ogni parte d’Europa verso Roma e più giù sulle vie di merdidione per la Terrasanta.  Quando poi il Regnum Langabardorum  divenne dei Franchi, britannico  arcivescovo di Canterbury nel 990 viaggiò per Roma e al ritorno annotò le ottanta tappe di quel lungo  percorsoscrivendo accurato diario di viaggio su cosa andava incontrando il pellegrino sul primo tracciato della Via Francigena che per tutti fu l’ Itinerario di Sigerico. Oltre la Francigena si consolidarono importanti vie di pellegrinaggi della cristianità, tra le quali quella attraverso l’ Italia  a sud per la  via Micaelica  longobarda in Puglia di dove si poteva continuare imbarcandosi per il pellegrinaggio nella Terra sancta.Quella del  Camino di Santiago fu una via percorsa dai popoli nel settentrione iberico e i romani ne fecero una strata per giungere nella remota provincia del finis terrae, diramata in quei cammini poi seguiti dai pellegrini che andavano a venerare  Santiago,  l’ apostolo Giacomo  che fu martirizzato a Gerusalemme. dicasi che poi i suoi discepoli lo imbarcarono e approdò dopo sette giorni sulla costa iberica a Iria Flavia, e lì sepolto per nove secoli finchè miracolose luci guidarono l’eremita Pelagio a ritrovare il sepolcro. Il vescovo Teodomiro ne informò Re Alfoso che vi fece edificare quello che fu il santuario così mistico che  si credeva che la fu polvere sollevata dai pellegrini salendo copiosa in cielo andò a creare la Via Lattea e così il luogo fu   campus stellae Compostela.

 

Photo gallery: Christian routes | Christianity houses | Vie di Cristo

Precedente Le vie della storia
Successivo Egitto

L'autore

Potrebbe interessarti

Storia

Città dell’Africa del nord

Dopo la terza  delle guerre puniche, con la fine di Cartagine sorsero i regni berberi di  Mauretania e di Numidia, ma l’incontenibile espansione del romano impero ne fece le province

Vie della storia

La via della Spezie

“…e su quelle navi  Hiram fece imbarcare i suoi marinai,esperti navigatori del mare,che insieme ai servi di Salomone andarono ad Ofir….La flotta giungeva ogni tre anni e portava oro,argento,avorio,scimmie e

Grandi itinerari

Via slavica

Dalla fine della strada Postumia  in  Friuli dove convergevano le vie romane  attraverso la pianura padana collegata all’Europa centrale, iniziava quel percorso che lo si può definire via slavica. Dalla