Storia

Vie della storia

Europei sulla Via delle Spezie

Via delle spezie: una storia antica Nella regione più occidentale dell’antica rotta delle spezie (o via delle spezie) il dominio musulmano si estese in tutta la costa dell’Africa orientale tra il IX e il X secolo, in piccoli ma potenti sultanati nelle  città  arabe sorti bel periodo Shirazi con  le keniote Mombasa Cha Mvita, Malindi e l’ isola di Lamu, le tanzaniane Kilwa Kisiwani, l’ isola di Pemba Al Kuh Dra e il grande centro di  Zanzibar legate anche  alla tratta degli  schiavi, spingendosi fino al Mozambico nel territorio costiero del Monomotapa con gli insediamenti di Sofala che commerciavano con i grandi centri dell’  Asia occidentale sull’antica rotta lungo le coste dell’ antica Arabia e su quella dei  monsoni attraverso l’Oceano Indiano

Religioni

Vie del Cristianesimo

L’ unicità di Dio e assieme Trinità di Padre, Spirito Santo e Figlio incarnato in Gesù e portatore del verbo a redimere l’ umanità, è fondamento del cristianesimo che è la religione più diffusa nel mondo nelle sue tre forme Cattolicesimo, Protestantesimo e Ortodossia. L’ origine è derivata dall’ ebraismo e ne condivide la Bibbia come sacro testo ispirato da Dio, ma diviso nell’ Antico Testamento e il Nuovo Testamento che annuncia la “buona novella” Vangelo attraverso la vita terrena di Gesù Cristo. La complessità e l’articolazione storica, teologica e geografica del mondo cristiano condiziona l’ individuazione delle principali vie di diffusione a differenza delle altre grandi religioni ,  in alcuni casi coincidono come quelle in  Medio oriente precedentemente seguite

Storia

Le vie della storia

Le Vie della Storia sono quelle dei popoli, migrazioni,eventi e personaggi che hanno fatto la storia , il diffondersi di  culture, tradizioni e religioni, dei viaggi ed esplorazioni  che  hanno reso più vasto il mondo, ma hanno irreversibilmente compromesso l’esistenza di etnie e culture travolte, storia parallela di quei popoli vinti e del loro impatto con un mondo estraneo, su quelle vie ho cercato ciò che ne è rimasto si è celato nelle nicchie del mondo. Le Vie della Storia hanno sempre ispirato i miei studi e viaggi in ogni angolo del mondo e ne è nata una vasta opera su un’ approfondita ricerca storica e soprattutto la conoscenza diretta delle varie regioni interessate, per anni ho percorso tutte quelle

Storia

Slavi

Popolo dell’ est Dalle Historiai del greco  Erodoto che nel secolo quinto avanti Cristo con le sue storie svelava il mondo antico, di quelle tribù sparse tra il Baltico e i Carpazi fino al fiume Dnepr si sa  poco giacchè di traffici con i Greci non ve n’ erano. Muovendo dalle regioni russe della Vistola e Oder  già nel secondo millennio giunsero nei territori delle tribù finniche sul Baltico e poi giù nell’ oriente europeo ove sono le prime tracce lasciate dalla Cultura Lausitz, quelle di  Koban e di Novočerkassk delle regioni orientali,  della Hallstat quando il ferro andava sostituendo il bronzo. Si sa poi che ad ovest erano in traffici con i vicini Traci  bulgari e Celti di Boemia,

Storia medievale

I Cazari

Popolo delle steppe Tra gli imperi nomadi centroasiatici quello dei Turchi blu Göktürk nel settimo secolo si disgregava  preda delle tribù Uyghur antenate degli Uiguri che dal Xinjiang estendevano il loro Khaganato, la sua parte più occidentale veniva presa dalle tribù del clan Dulo del popolo bulgaro e dal clan Ashina alleato e di simile stirpe dei Cazari che poi si scontrarono nel seicentosettanta con la vittoria di questi, lasciando al dominio   bulgaro i  territori dalla Dacia danubiana della Romania al mar Nero e parte lungo il Volga. Di simile stirpe dei  turchi Göktürk, anche gli antichi Cazari avevano costumi e tradizioni degli Unni, ma da tribù di allevatori e guerrieri nomadi s’ erano arrestati dal vagare nelle steppe coltivando

Asia

La via della Spezie

“…e su quelle navi  Hiram fece imbarcare i suoi marinai,esperti navigatori del mare,che insieme ai servi di Salomone andarono ad Ofir….La flotta giungeva ogni tre anni e portava oro,argento,avorio,scimmie e pavoni.”(1 Re,9-10). Circa mille anni prima dell’Era Cristiana la Bibbia descriveva l’ intenso traffico commerciale tra le civilta’del Mediterraneo e le lontane terre affacciate sull’Oceano Indiano su una delle rotte della leggendaria Via delle Spezie,ma già molti secoli prima di Salomone i Sumeri avevano sviluppato il commercio marittimo con i popoli di Dilmun e Magan sulle coste di Baharein e Oman, spingendosi fino a Melukkha nella Valle dell’Indo  dove si rifornivano del legname di tek indiano, usato negli edifici di Ur. Nello stesso periodo gli egiziani aprirono le rotte nel

Storia

La via della seta

Il tracciato di quel vasto sistema carovaniero che la storia ha consegnato alla leggenda come Via della Seta e le sue diramazioni, ha origini antichissime e fu una delle vie più importanti per la diffusione della civiltà e l’incontro tra popoli lontanissimi fin dal loro affacciarsi alla storia. Le prime furono quelle dei nomadi dell’Asia centrale nelle prime migrazioni, seguiti dalle popolazioni indoeuropee che mossero dagli altipiani iranici per la mitica invasione ad ovest fino al Mediterraneo ed a est nella valle del Gange in India, poi secoli di movimenti, invasioni, migrazioni e traffici tracciarono piste e rotte tra gli estremi dell’Asia mentre vi fiorivano le civiltà, spesso ignorandosi reciprocamente, ma le cui merci circolavano per mare e per terra,

Asia

La Via dell’ incenso

Arabia Felix L’angolo più meridionale della penisola araba, tra l’ Oman e lo Yemen, è l’unica zona al mondo dove crescono la Balsamo dendron myrra e la Boswella, piante particolarmente resinose ed aromatiche dalle quali si ricavano rispettivamente la mirra e l’ incenso, tra i prodotti più preziosi del mondo antico, gli stessi portati in dono al Redentore dai leggendari Re Magi che pure venivano da queste parti. Tutte le civiltà dell’antichità, dall’Asia al Mediterraneo, facevano un enorme consumo di aromi e soprattutto incenso per usi medicinali, funebri e cerimoniali con una grande richiesta crescente che aveva fatto raggiungere prezzi elevatissimi in tutti i mercati del mondo antico. Dal II millennio a.C., quando le popolazioni arabiche adDomesticarono il cammello, si

Oceani

Le rotte dei Vikinghi

Predatori e mercanti Al finire dell’ VIII secolo, l’ isola di Lindisfarne al largo della costa britannica di Northumbria ospitava l’Abbazia era uno dei centri monastici  più importanti del cristianesimo celtico diffuso dai  monaci irlandesi e nello  Scriptorium si i copiavano antichi testi illustrati con ricche miniature come il suo  Evangeliario. Le cronache raccontano che nel giugno del 793 in quei mari apparvero le vele di vascelli  drakkar dalla prua con minacciose teste di drago e per la prima volta una terra a ovest della sconosciuta Scandinava subì l’ attacco dei razziatori Vikinghi che in breve seminarono il terrore nell’ incontenibile espansione dalle vie del nord europeo alla  Normandia, i territori francesi dei Burgundi e dei potenti Franchi,  dominando la

Medioevo

Letteratura di viaggio araba

Mentre l’occidente ricomponeva faticosamente i contatti con l’oriente attraverso i suoi religiosi e mercanti, gli arabi continuavano a tenere i rapporti commerciali tra i due poli del mondo conosciuto sulle carovaniere attraverso le regioni islamizzate dell’Asia, ma soprattutto sulle vie marittime dell’ Oceano Indiano, sfruttando le rotte monsoniche da tempo conosciute dai marinai di Aden e Oman. Seguendo l’antica Via delle Spezie che collegava il Mar Rosso, l’Africa Orientale e l’Arabia con l’India e la Cina,si spingevano fino alla Malesia e l’arcipelago indonesiano, aprendo empori e basi che contribuirono all’islamizzazione di paesi lontani dalla tradizionale sfera musulmana. Commercianti e spesso ferventi divulgatori di fede, ma anche appassionati geografi,esploratori e viaggiatori mossi da sincero spirito di conoscenza che fin dal IX°